Parigi Roubaix 2022 in DIRETTA: vince Dylan van Baarle

16:55 Dylan van Baarle vince la Parigi-Roubaix! Secondo Van Aert torna a casa al 2° posto davanti a Küng, Devriendt e Mohoric

16:35 Sono 10 secondi per Van Baarle. L’olandese precede Lampaert e Mohoric di 10” quando ci avviciniamo al Carrefour de l’Arbre (km 240 – 2,1 km) ***** settore acciottolato. Van Aert e Küng sono indietro di 40 pollici.

16:21 Quattro corridori in testa L’olandese Van Baarle è progressivamente tornato in gioco ed ha raggiunto la fuga dei 3 a metà del Cysoing a Bourghelles (km 230,3 – 1,3 km) *** settore acciottolato.

16:17 Mohoric e Lampaert si uniscono a Devriendt in testa. È impressionante la velocità con cui Yves Lampaert (Quick-Step Alpha Vinyl) e Matej Mohoric (Bahrain Victorious) hanno annullato il vantaggio di 20 secondi di Devriendt. Mancano 28 chilometri quando avremo di nuovo tre piloti in testa.

16:15 Van Baarle e Stuyven provano separatamente a contrastare la mossa di Mohoric e Lampaert, ma non riescono a rimontare.

16:14 Mohoric e Lampaert all’attacco. A 30 chilometri dalla fine, il ciclista vittorioso del Bahrain e il potente motore Quick-Step Alpha Vinyl hanno accelerato nel gruppo dei favoriti.

16:08 Dieci ciclisti inseguono Devriendt:
A 222 chilometri dall’inizio della gara (35 alla fine), ci sono dieci corridori che inseguono l’unico leader Tom Devriendt (Intermarché-Wanty Gobert): Mathieu van der Poel (Alpecin-Fenix), Wout van Aert (Jumbo-Visma), Stefan Küng (Groupama-FDJ), Dylan van Baarle (Ineos Grenadiers), Laurent Pichon (Arkéa-Samsic), Ben Turner (Ineos Grenadiers), Yves Lampaert (Quick-Step Alpha Vinyl), Matej Mohoric (Bahrain Victorious), Jasper Stuyven (Trek- Segafredo) e Adrien Petit (Intermarché-Wanty Gobert). Sono 30″ dietro il belga.

16:06 Problema meccanico anche per Mohoric. Adesso al comando c’è solo Devriendt 

16:05 Ancora otto settori acciottolati da percorrere! Dopo aver completato il settore 9 (Pont-Thibault a Ennevelin, km 218), ai corridori restano solo otto settori acciottolati:
8 : Templeuve – L’Epinette (km 223,4 – 0,2 km) *
8 : Templeuve – Moulin-de -Vertain (km 223,9 – 0,5 km) **
7 : Da Cysoing a Bourghelles (km 230,3 – 1,3 km) ***
6 : Da Bourghelles a Wannehain (km 232,8 – 1,1 km) ***
5 : Camphin-en-Pévèle (km 237,3 – 1,8 km) ****
4 : Carrefour de l’Arbre (km 240 – 2,1 km) *****
3 : Gruson ( km 242,3 – 1,1 km) **
2 : Willems a Hem (km 249 – 1,4 km) **
1 : Roubaix – Espace Charles Crupelandt (km 255,8 – 0,3 km) *

16:00 Foratura per Van Aert! Mancano 40 chilometri quando Wout van Aert (Jumbo-Visma) subisce un flat. Viene assistito dalla sua vettura del team e riprende immediatamente la corsa.

15:50 Siamo a Mons-en-Pévèle. I 3 uomini in fuga entrano nel Mons-en-Pévèle (km 208,6 – 3 km) * settore acciottolato con un distacco di 45” su Van Baarle e 55” sugli otto favoriti che lo seguono.

15:46 Mancano 50 Km all’ arrivo. Sfortuna nera per Matteo Trentin che fora!

15:44 Solo un minuto per la fuga dei 3 uomini al comando

Entrando nell’Auchy-lez-Orchies a Bersée (km 203,1 – 2,7 km) **** settore acciottolato, questa è la situazione della gara:
Matej Mohoric (Bahrain Victorious), Tom Devriendt (Intermarché-Wanty Gobert) e Laurent Pichon (Arkéa-Samsic)
+1’05” Mathieu van der Poel, Guillaume van Keirlsbuck (Alpecin-Fenix), Wout van Aert (Jumbo-Visma), Stefan Küng (Groupama-FDJ), Ben Turner, Dylan van Baarle (Ineos Grenadiers), Yves Lampaert, Florian Sénéchal (Quick-Step Alpha Vinyl), Jasper Stuyven (Trek-Segafredo), Adrien Petit, Taco Van der Hoorn (Intermarché-Wanty Gobert), Matteo Trentin (UAE Team Emirates)
+ 1’30” con Filippo Ganna (Ineos Grenadiers)

15:39 12 corridori che inseguono la fuga di 3 uomini. Questi sono i 12 corridori dopo Matej Mohoric (Bahrain Victorious), Tom Devriendt (Intermarché-Wanty Gobert) e Laurent Pichon (Arkéa-Samsic): Van der Poel, Van Keirlsbuck, Van Aert, Küng, Tuner, Van Baarle, Lampaert, Sénéchal , Stuyven, Petit, Van der Hoorn e Trentin.

14:35 Siamo appena usciti dal settore acciottolato numero 20, da Haveluy a Wallers (km 153,7 – 2,5 km)****. Questa la situazione della gara alla sua uscita:
Davide Ballerini (Quick-Step Alpha Vinyl), Matej Mohoric (Bahrain Victorious), Casper Pedersen (Team DSM), Tom Devriendt (Intermarché-Wanty Gobert) e Laurent Pichon (Arkéa-Samsic )
+35” Connor Swift (Arkéa-Samsic) e Nils Politt (Bora-Hansgrohe)
+1’10” inseguitori

14:30 Mancano 146 Km al traguardo. Connor Swift (Arkéa-Samsic) e Nils Politt (Bora-Hansgrohe) si staccano dal gruppo Ganna, cercando di tornare al gruppo di testa.

14:30 Problema meccanico per Van Baarle L’olandese di Ineos Grenadiers, che correva col gruppo Ganna, ha dovuto cambiare bici. E’ stato riassorbito dal secondo gruppo guidato da Groupama-FDJ.

14:29 L’immagine dei 5 corridori all’attacco

Image

14:25 Il gruppo Ganna si sta frazionando. Questa fuga a 5 ha infatti ha spento la volontà di collaborare al gruppo di Filippo Ganna. Molti corridori stanno passando all’attacco, il che significa che il gruppo è a pezzi e il ritmo sta diventando piuttosto irregolare…

14:23 Cinque piloti in fuga. A 146 chilometri dall’inizio della gara, già ben oltre la Maing a Monchaux-sur-Ecaillon (km 140,7 – 1,6 km) *** settore acciottolato, cinque i corridori in fuga: Davide Ballerini (Quick-Step Alpha Vinyl), Matej Mohoric (Bahrain Victorious), Casper Pedersen (Team DSM), Tom Devriendt (Intermarché-Wanty Gobert) e Laurent Pichon (Arkéa-Samsic).

14:19 Media di 46,9 km/h nelle prime tre ore. Finora una velocità media abbastanza alta. La Parigi-Roubaix più veloce di sempre, infatti, è stata vinta nel 2017 da Greg van Avermaet (allora BMC Racing Team, ora nell’Ag2r Citröen Team), che ha segnato 45.204 km/h su 257 chilometri.

14:15 Fuga finita per Reynders. Il ciclista belga, che era in solitaria al comando, ha subito un flat sul Quérénaing a Maing (km 137,6 – 2,5 km) *** settore acciottolato. Il suo vantaggio è quindi svanito, essendo stato superato dal primo gruppo guidato da Quick-Step Alpha Vinyl.

14:13 Dillier cade di nuovo. Il campione nazionale svizzero, caduto in precedenza, stava lavorando per conto del suo leader Mathieu van der Poel… quando ha subito una seconda caduta nel Quérénaing-Maing (km 137,6 – 2,5 km) *** settore acciottolato.

14:10 Che iella! Ancora un’ altro problema meccanico per Ganna!

Il corridore italiano lo risolve velocemente a metà della Verchain-Maugré fino a Quérénaing (km 134,9 – 1,6 km) *** settore acciottolato.

14:07 Jens Reynders (Sport Vlaanderen) ha un distacco di 30” sul primo gruppo (Ganna, Gilbert, Politt…) e 1’35” sul secondo gruppo (Van Aert, Van der Poel, Kristoff…) al via della Verchain- Maugré a Quérénaing (km 134,9 – 1,6 km) *** settore acciottolato.

Image

14:04 Pedersen, Asgreen e Cortina, di nuovo sul gruppo Van Aert. I corridori danesi si erano staccati poco prima di Troisvilles a Inchy (km 96,3) e sono riusciti a tornare in lizza dopo un lungo inseguimento. Il leader del Movistar Team, nel frattempo, aveva avuto un problema meccanico.


14:02 Reynders attacca da solo. Abbastanza coraggiosa la mossa di Jens Reynders (Sport Vlaanderen), che accelera all’inizio del Saulzoir fino a Verchain-Maugré (km 130,6 – 1,2 km)** settore acciottolato.

14:00 I corridori affrontano ora quattro settori acciottolati che si susseguono senza molto spazio di riposo:
24 : Saulzoir a Verchain-Maugré (km 130,6 – 1,2 km) **
23 : Verchain-Maugré a Quérénaing ( km 134,9 – 1,6 km) ***
22 : Quérénaing a Maing (km 137,6 – 2,5 km) ***
21 : Maing a Monchaux-sur-Ecaillon (km 140,7 – 1,6 km) ***

13:59 I due gruppi di fronte si sono appena fusi.

Il gruppo di 30 persone composto da Gilbert, Affini, Mohoric, Politt, Pasqualon, Swift o Durbridge è riuscito a tornare ai 18 corridori in testa. Chilometro 129 di corse.

13:57 Anthony Turgis abbandona

Il pilota della TotalEnergies è stato coinvolto nell’enorme incidente all’inizio del settore acciottolato di Saint-Python (km 110,1 – 1,5 km)**.

13:53- 18 piloti in testa

Giunti all’Haussy (km 123,7 – 0,8 km)** settore acciottolato, Terpstra viene ripreso dal primo gruppo. Pertanto, in questo momento abbiamo i seguenti 18 piloti in testa: Timo Roosen, Mike Teunissen (Jumbo-Visma), Filippo Ganna, Ben Turner, Dylan Van Baarle (Ineos Grenadiers) Davide Ballerini, Yves Lampaert, Florian Sénéchal, Jannik Steimle ( Quick-Step Alpha Vinyl), Maciej Bodnar, Daniel Oss, Niki Terpstra (TotalEnergies), Nikias Arndt (Team DSM), Sebastian Langeveld, Stefan Bissegger (EF Education-EasyPost), Juan Sebastián Molano (UAE Team Emirates), Max Kanter ( Team Movistar), Jens Reynders (Sport Vlaanderen)


Terpstra sta per essere rispreso dal gruppo Ganna

13:47 L’olandese ha appena 8” sui suoi più immediati inseguitori sul lastricato di Saint-Martin-sur-Écaillon (km 117,9 – 2,3 km) ***.

10 chilometri senza molto selciato

13:39 I corridori affronteranno la Vertain fino a Saint-Martin-sur-Écaillon (km 117,9 – 2,3 km) *** settore acciottolato in circa tre chilometri. Dopodiché, avranno una breve tregua, con solo l’Haussy (km 123,7 – 0,8 km) ** settore acciottolato prima di affrontare un’intensa striscia di ciottoli…
24 : Saulzoir a Verchain-Maugré (km 130, 6 – 1,2 km) **
23 : Da Verchain-Maugré a Quérénaing (km 134,9 – 1,6 km) ***
22 : Quérénaing a Maing (km 137,6 – 2,5 km) ***
21 : Da Maing a Monchaux-sur-Ecaillon (km 140,7 – 1,6 km) ***

13:36 Terpstra da solo al comando. Il vincitore dell’edizione 2014 della Parigi-Roubaix e punta di diamante di TotalEnergies si è ritrovato solo in testa alla corsa. Fuori dal Saint-Python (km 110,1 – 1,5 km) ** settore acciottolato ha 10” di vantaggio sul gruppetto che lo segue.

Filippo Ganna

13:35 Incidente nel gruppo di testa. Proprio all’inizio del settore acciottolato di Saint-Python (km 110,1 – 1,5 km)** si verifica una grossa caduta che ostacola la maggior parte dei piloti del gruppo di testa.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.