Moto gp

A Jerez gare a suon di record per Pirelli con vittorie di Aldeguer e Veijer

In un GP di Spagna che ha visto la partecipazione di quasi 300.000 spettatori onsiteFermín Aldeguer (Beta Tools SpeedUp/Boscoscuro) ha conquistato la sua prima vittoria stagionale nella classe Moto2™. Al secondo posto si è piazzato Joe Roberts (OnlyFans American Racing Team/Kalex), dopo una bella rimonta dall’undicesima posizione, che alla nona tornata ha anche fatto registrare il nuovo giro record di gara in 1’41.020. Terzo posto per Manuel Gonzalez (QJMOTOR Gresini Moto2™/Kalex).
 
Collin Veijer (Liqui Moly Husqvarna/Husqvarna) ha conquistato la vittoria nella classe Moto3™. L’olandese è al suo primo successo quest’anno, ottenuto oggi grazie a una gara regolare con tempi sul giro sempre compresi tra 1’45.1 e 1’45.6, ben al di sotto del precedente giro record di gara. Simile costanza anche per il secondo classificato David Muñoz (BOE Motorsports/KTM) e il terzo Ivan Ortola (MT Helmets – MSI/KTM). Nuovo giro record di gara per il giapponese Ryusei Yamanaka (MT Helmets – MSI/KTM) che migliora di un secondo il record da lui stesso detenuto.

BARBIER ITALIANO

Record su record e gare veloci e combattute

“È’ stato un fine settimana senza dubbio positivo per noi e le prestazioni di tutti i pneumatici lo confermano. In Moto2™ abbiamo ottenuto un miglioramento medio sul giro di 4 decimi rispetto al 2023 con il nuovo giro record di gara siglato da Roberts. La scelta del pneumatico posteriore, considerate le temperature dell’asfalto sufficientemente elevate, è stata pressoché unanime a favore della morbida SC0 mentre all’anteriore abbiamo visto in azione sia la SC1 che la SC2 con risultati analoghi: tra i primi 5 piloti classificati, 3 hanno corso con la SC1 e 2 con la SC2. In Moto3™ i risultati sono ancora più impressionanti se si considera che il miglioramento del tempo di gara rispetto all’anno scorso è stato di ben 28 secondi, che si traduce in un tempo sul giro di 1,5 secondi più veloce, basti pensare che ben 19 piloti sono scesi sotto il record della pista e che tutti i tre a podio hanno girato da inizio a fine gara ampiamente sotto il record mettendo così in luce un’ottima costanza di prestazioni da parte dei pneumatici. Siamo soddisfatti anche dell’esordio nella FIM Red Bull Rookies Cup, i giovani talenti hanno corso in condizioni molto differenti tra ieri e oggi sempre supportati da ottime prestazioni da parte dei pneumatici. Una categoria che mette a confronto piloti provenienti da diverse esperienze ma che sono riusciti ad adattarsi molto rapidamente a pneumatici per loro nuovi”.

LA GARA DEI PNEUMATICI

Moto2™
 
· Per quanto riguarda il pneumatico posteriore la scelta dei piloti per la gara è stata pressoché unanime: tutti hanno montato la soluzione più morbida SC0 tranne e Somkiat Chantra (IDEMITSU Honda Team Asia/Kalex) che ha preferito la SC1 (medium). All’anteriore la SC1 (soft) è stata utilizzata da 19 piloti, compreso il vincitore Fermín Aldeguer (Beta Tools SpeedUp/Boscoscuro) e il terzo classificato Manuel Gonzalez (QJMOTOR Gresini Moto2/Kalex), mentre i restanti 11 hanno optato per la SC2 (medium), tra questi anche il secondo classificato Joe Roberts (OnlyFans American Racing Team/Kalex).
 
· Joe Roberts ha realizzato anche il nuovo record di gara in 1’41.020 al nono giro, migliorando di quasi 3 decimi quello siglato da Sam Lowes nel 2021. Oltre al pilota statunitense hanno battuto il precedente giro record di gara anche altri quattro piloti: gli altri due piloti a podio, Sergio Garcia (MT Helmets – MSI/Boscoscuro) e Marcos Ramirez (OnlyFans American Racing Team/Kalex).
 
· Il tempo di gara è stato di 35’36.316, 9 secondi più veloce rispetto al 2023 con un miglioramento medio sul giro di oltre 4 decimi, in condizioni di temperature analoghe a quelle dello scorso anno.
 
Moto3™
 
· Collin Veijer (Liqui Moly Husqvarna Intact GP/Husqvarna) ha vinto la gara, dopo essere scattato dalla terza casella in griglia, utilizzando pneumatici in mescola SC2 (medium) sia all’anteriore sia al posteriore. Questa è stata anche la combinazione più gettonata, scelta da 17 dei 26 piloti in gara. Alle spalle del pilota Husqvarna si sono classificati gli spagnoli David Muñoz (BOE Motorsports/KTM), partito secondo, e Ivan Ortola (MT Helmets – MSI/KTM), terzo dalla settima posizione in griglia utilizzando un pneumatico posteriore in mescola SC1 accoppiato ad un anteriore SC2.
 
· Ryusei Yamanaka (MT Helmets – MSI/KTM), quarto sul traguardo, ha realizzato il nuovo giro record di gara all’ottavo passaggio in 1’45.105, migliorando di 1 secondo il record da lui stesso realizzato nel 2023. Il giapponese ha utilizzato pneumatici in mescola SC1 (soft) sia all’anteriore che al posteriore, unico a farlo oltre a Taiyo Furusato (Honda Team Asia/Honda) e a Xabi Zurutuza (Red Bull KTM Ajo/KTM).

· Fino al traguardo tutti e tre i piloti a podio hanno costantemente girato su tempi più bassi del giro record di gara del 2023 a dimostrazione dell’ottima costanza di prestazione dei pneumatici. I piloti che in gara hanno realizzato almeno un giro sotto quello record di gara del 2023 sono stati 19.
 
· Il tempo complessivo di gara quest’anno è stato 33’29.725 con un miglioramento di quasi 28 secondi e mediamente di 1,5 secondi sul giro rispetto al 2023 e in condizioni pressoché identiche, con 28 gradi Celsius di temperatura asfalto e poco meno di 20 gradi Celsius dell’aria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.