Sonny Colbrelli: ‘ Sono vivo per miracolo ‘, gli esami sono ancora inconcludenti

Sonny Colbrelli ha fatto preoccupare le migliaia di tifosi del ciclismo dopo la sua disavventura. Tuttavia l’azzurro sembra accettare la schiacciante realtà della sua esperienza di pre-morte lunedì dopo il crollo del traguardo alla Volta a Catalunya .

Il 31enne della  Bahrain-Victorious rimane in un ospedale spagnolo anche oggi venerdì mentre continua a sottoporsi a una serie di test per determinare cosa potrebbe aver causato il suo arresto cardiaco pochi istanti dopo aver tagliato il traguardo della gara spagnola del WorldTour.

Dopo un’emergenza sanitaria così drammatica, Colbrelli ammette che il suo futuro agonistico rimane incerto.

“È già un miracolo che sia vivo”, ha detto Colbrelli a La Gazzetta dello Sport . “Ora ce ne servirebbe un altro per rimettermi in sella.”

Il vincitore della Parigi-Roubaix inizialmente stava facendo commenti pubblici su un possibile ritorno alle corse, con La Gazzetta che lo citava dicendo: “Posso solo pensare a quando potrò tornare in bici”.

Ora quel tono è cambiato mentre medici e dirigenti della squadra continuano a condurre test per cercare di capire non solo cosa gli è successo, ma soprattutto se riuscirà a tornare in forma per sottoporsi all’intensità delle corse a livello del WorldTour.

“Gli esami svolti [giovedì] non sono stati conclusivi”, hanno detto i funzionari del Bahrain-Victorious. “Confermiamo che l’atleta si sente bene, assistito dai suoi parenti e riceve ottime cure dall’Hospital Universitari de Girona. BLo staff medico della squadra è in contatto regolare con il personale medico dell’ospedale”.

I medici hanno monitorato i modelli cardiaci di Colbrelli e lo hanno sottoposto a una serie di test e scansioni aggiuntivi. Finora, i medici hanno affermato che i risultati dei test non sono conclusivi. La Gazzetta  ha anche riferito che la famiglia e l’agente di Colbrelli sono arrivati ​​all’ospedale catalano di Girona, in Spagna, dove è attualmente in cura.

“Valuteremo le cose giorno per giorno”, ha detto Colbrelli a La Gazzetta . “Ci sono molte persone che mi amano”.

Rappresentanti del Bahrain-Victorious hanno confermato all’inizio di questa settimana che i test sul ciclista hanno rivelato che il campione della Parigi-Roubaix ha subito un’aritmia cardiaca pochi istanti dopo aver attraversato il traguardo, che gli ha causato un collasso, convulsioni e un arresto cardiopolmonare.

“Può rimanere in ospedale per tutto il tempo necessario”, ha detto la fonte del team al quotidiano spagnolo. “Senza conoscere tutti i risultati dei test, nessuno può dire nulla su ciò che accadrà”.

L’orribile contatto con la morte di Colbrelli sta sollevando ogni tipo di domanda dietro le quinte non solo al Bahrain-Victorious ma in tutto il gruppo.

Anche il belga Oliver Naesen ha espresso allarme per quanto accaduto al traguardo di Colbrelli.

“È terrificante”, ha detto Naesen ad un quotidiano belga. “Sapevo che Sonny Colbrelli aveva l’influenza il primo giorno della Parigi-Nizza e che aveva corso con la febbre. La prima regola che ho imparato è non correre con la febbre perché è la cosa peggiore per il cuore. Di recente mi sono imbattuto in Johan Museeuw in allenamento e mi ha elencato un certo numero di corridori la cui carriera è finita a causa di una gara o di un allenamento svolto con la febbre.

“Ci sono molti incidenti nel ciclismo, ma ci sono anche molti problemi cardiaci”, ha detto Naesen. “Questo dimostra ancora una volta che i medici del team hanno una funzione importante. Sono loro che devono tutelare la salute dei corridori. Se lasci che un atleta decida da solo, continuerà sempre a correre”.

Altri team affermano di essere più attenti a consentire ai corridori di tornare alle competizioni troppo presto dopo problemi di salute.

Patrick Lefevere , team manager di Quick Step-Alpha Vinyl , ha affermato che il suo team è tra i tanti che insistono per aumentare i controlli sanitari mentre la pandemia di coronavirus e il picco di malattie continuano a imperversare senza sosta.

Lefevere non scarta un possibile legame tra quanto accaduto a Colbrelli e il coronavirus.

“Naturalmente, non sappiamo se questo arresto cardiaco sia il risultato di un’infezione da coronavirus, ma è ovviamente possibile”, ha detto Lefevere al giornale  Het Nieuwsblad . “Il Corona è un animale sporco e non sappiamo quali potrebbero essere le conseguenze a lungo termine. Per questo stiamo molto attenti”.

Funzionari del Bahrain-Victorious hanno dichiarato oggi, venerdì che le informazioni sulle condizioni di Colbrelli saranno aggiornate nei prossimi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.