Ciclismo: lutto per la morte in guerra del tecnico della nazionale ucraina Alexander Kulyk

L’invasione russa in Ucraina ha causato la morte di uno degli allenatori nazionali di ciclismo del paese e padre del corridore che ha vinto i Campionati Nazionali di Corsa su Strada Maschili nel 2019.

Alexander Kulyk è stato ucciso martedì a Kiev durante una missione per aiutare a evacuare le persone dalla capitale.

Suo figlio, il 32enne Andriy Kulyk, è stato campione ucraino meno di tre anni fa ed è arrivato terzo ai Campionati Nazionali dell’anno scorso. 

L’ex professionista del WorldTour e ora presidente della Federazione ciclistica ucraina Andriy Grivko ha dichiarato a Cycling Weekly : “Ieri è stata una giornata tragica per noi a Kiev. Uno dei nostri allenatori, Alexander Kulyk, è stato ucciso in un attacco. 

“Era coinvolto in un’operazione militare per aiutare le persone ad uscire da luoghi pericolosi. Era stato un allenatore di lunga data con la federazione e aveva quasi 65 anni. Prima era stato allenatore con l’Unione Sovietica e aveva lavorato con il sistema russo.

“Suo figlio, Andriy, era in allenamento quando suo padre è stato ucciso. Noi della federazione sapevamo della sua morte prima di suo figlio. È difficile. 

“Stiamo cercando di raccogliere informazioni da tutti i nostri istruttori, ma è difficile farlo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.