Ciclismo: dopo il terribile incidente di Bernal, anche Tom Pidcock chiede maggiore sicurezza

Il ciclista della Ineos Grenadiers Tom Pidcock ha affermato che i ciclisti d’élite hanno bisogno di modi più sicuri per allenarsi sulle bici dopo che il compagno di squadra Egan Bernal ha subito gravi ferite in un incidente a Bogotà lunedì.

Il colombiano Bernal, che ha vinto il Tour de France 2019 e il Giro d’Italia dell’anno scorso, è stato sottoposto a neurochirurgia per ore dopo aver sbattuto contro un autobus durante un allenamento. Si è fratturato la vertebra, il femore destro, la rotula destra e ha subito un trauma toracico e una perforazione del polmone. 

Pidcock si è rotto la clavicola in un incidente sempre in bicicletta, mentre si allenava ad Andorra l’anno scorso e ha affermato che la posizione del ciclista sulla bici non aiuta affatto la manovrabilità sulle strade pubbliche.

“Le posizioni stanno diventando sempre più estreme e passiamo più tempo a cercare di mantenere queste posizioni”, ha detto alla BBC il campione olimpico di mountain bike Pidcock. “Non vedi necessariamente dove stai andando.”

I ciclisti sulle bici da strada tengono la testa bassa e le braccia piegate per aumentare la velocità e migliorare l’ aerodinamica.

“Ora è evidente il motivo per cui tutto sta diventando piuttosto pericoloso”, ha detto Pidcock.

“Non credo che dobbiamo smettere di progredire, ma pensare a come possiamo allenarci in modo più sicuro e cercare di mitigare questi incidenti”.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.