Nuoto: sconcerto in Portogallo, atleta di 14 anni, umiliato e abbandonato per non essersi rasato

Il Portogallo è sotto shock dopo il duro episodio che il quotidiano Correo da Manhã ha rivelato lunedì in merito all’umiliazione subita ai danni di un giovane nuotatore di 14 anni.

Gli eventi si sono svolti lo scorso giugno, quando un nuotatore del Clube Bairro dos Anjos de Leiria ha rifiutato di lasciare che il suo allenatore si radesse i capelli prima di una gara di nuoto. La preparazione disegnava figure con il tagliacapelli sul cuoio capelluto.

Tuttavia, il giovane che si è rifiutato di partecipare a questa rasatura ed è stato umiliato dall’allenatore e dai suoi compagni di squadra prima di essere abbandonato in un parcheggio a Badajoz.

A causa di questi incidenti, l’allenatore, João Paulo Fróis, è stato sospeso dal suo lavoro dalla dirigenza del club e deve affrontare un procedimento disciplinare dopo un’azione che non dovrebbe mai essere consentita nel mondo dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.