Damiano Caruso: “Significa molto tornare al Giro d’Italia nel 2023”

Non c’è dubbio che il Giro d’Italia sia la corsa preferita di Damiano Caruso. Oltre ad essere stato il grande giro di casa, Caruso ha toccato il paradiso lì nel 2021 con il suo secondo posto e la vittoria di tappa, quindi riporta alla mente ricordi speciali. Dopo aver saltato l’edizione 2022, l’azzurro tornerà lì con gli occhi puntati a caccia di un’ altra tappa.

“In questa stagione mi sarebbe piaciuto correre il Giro, ma è chiaro che non puoi sempre fare quello che vuoi, soprattutto in una grande squadra”. E’ stato onesto il veterano del Bahrain-Vittorioso, riconoscendo che al Tour de France è rimasto molto distante dalla performance con cui ha affascinato due anni fa.

Andrà alla Corsa Rosa co-leader con Jack Haig, che, essendo arrivato 3° alla Vuelta a España 2021, potrebbe avere l’opportunità per ottenere un buon piazzamento nella classifica generale. “Andremo al Giro con una buona squadra per essere bravi in ​​classifica generale”, ha detto il 35enne, che però avrà altri scopi. “Il mio obiettivo personale sarà vincere una tappa ”, ha aggiunto, volendo bissare il successo all’Alpe Motta. 

Il suo desiderio sarà esaudito, visto che il grande tour italiano lo ha segnato. “Per me significa molto tornare al Giro”, ha esordito. Si chiarisce così, quindi, il panorama dei grandi giri per il Bahrain, che in ognuno punterà sui duetti: Haig-Caruso al Giro e Landa-Bilbao al Tour.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.