Sorpresa: il Brasile vuole Carlo Ancelotti!

Vent’anni senza vincere il Mondiale sono tanti per una squadra come il Brasile, cinque volte campione e paese con più titoli vinti davanti a Italia e Germania (entrambe con quattro). La sconfitta nei quarti di finale contro la Croazia ai calci di rigore ha provocato un piccolo terremoto sportivo nel Paese. Dopo che Tite ha annunciato che non continuerà a dirigere la canarinha, le speculazioni sul suo successore sono continue. L’ultimo mezzo a fare luce sulla vicenda è stata l’informazione generale digitale UOL, di riconosciuto prestigio nel Paese. E c’è una sorpresa: Ancelotti è tra i candidati.

UOL racconta che la Confederazione calcistica brasiliana crede fermamente che l’opzione migliore per la posizione di Tite sia un allenatore di fama internazionale, anche di nazionalità straniera. I due nomi che sono stati messi sul tavolo (la UOL lo parla anche prima del Mondiale) sono Pep Guardiola e Carlo Ancelotti. La cosa Guardiola è un desiderio che viene da lontano . Ma quella possibilità è svanita, almeno nel breve periodo, dal momento che il catalano ha rinnovato il suo contratto con il Manchester City lo scorso novembre. Sarà legato al club azzurro fino a giugno 2025.

Ed è Ancelotti, secondo UOL, che ora appare prepotentemente sulla scena. A nessuno sfugge il dettaglio della bella prestazione che sta ottenendo da Vinicius, Rodrygo e Militao, tre giocatori che l’allenatore italiano ha plasmato con grande successo secondo la sua idea di calcio, al punto da renderli importanti anche per la squadra gialloverde . Lo stesso Tite riconobbe il lavoro che aveva fatto con Vinicio. “ Ancelotti ha una parte molto importante da incolpare per l’evoluzione di Vinicius Junior . In questo senso tante volte mi sento un po’ un ladro del lavoro che fanno gli altri allenatori”, ha detto l’ex brasiliano ancora prima dell’inizio del Mondiale.

UOL afferma che la CBF ha consultato Ancelotti per la prima volta sulla sua disponibilità ad accettare l’incarico lo scorso ottobre e che nella proposta si affermava che il Brasile poteva aspettare l’italiano fino a giugno 2023. Ancelotti ha un contratto con il Real Madrid fino al 2024 e lui ha già commentato in alcune occasioni che dopo questa seconda fase al Real Madrid è molto probabile che si ritiri dalla panchina. “Dopo il Real Madrid, sì, probabilmente mi ritirerò”, ha detto il vincitore di quattro Champions League da allenatore in una recente videointervista a Prime.

“Se il club mi vuole (il Real Madrid) qui per dieci anni, mi allenerò per dieci anni”, ha detto poi Carletto. “Ma dopo vorrei stare con i miei nipoti, andare in vacanza con mia moglie. Ci sono tante cose che metti da parte quando scegli questa professione… Non sono mai stato in Australia; Non sono mai stato a Rio de Janeiro. Vorrei visitare mia sorella più spesso. Purtroppo oggi non posso farlo, quindi il giorno in cui andrò in pensione avrò tutte queste cose da fare. Sembra che il Brasile dovrà cercare un’altra alternativa.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.