Scherma Coppa del Mondo: trionfo di Tommaso Marini a Tokyo-VIDEO

Tommaso Marini trionfa nella gara individuale della Coppa del Mondo di fioretto maschile a Tokyo. Nella capitale giapponese, dove la scherma tornava un anno e mezzo dopo i Giochi Olimpici “slittati” al 2021, l’anconetano delle Fiamme Oro ha sciorinato una prestazione entusiasmante, sancita dal successo per 15-13 in un’emozionante finale contro il francese Maxime Pauty. In semifinale Marini stava conducendo 6-5 contro l’egiziano Alaaeldin Abouelkassem, che è stato costretto al ritiro per infortunio, dividendo così il terzo posto con il nipponico Yudai Nagano. Ai piedi del podio Daniele Garozzo: l’olimpionico di Acireale ha chiuso in quinta posizione.

Imperatore del sabato giapponese è stato senza dubbio Tommaso Marini. Il vincitore dell’ultima Coppa del Mondo, fresco di riconoscimento ricevuto nel recente Congresso FIE di Losanna, è tornato a ruggire dopo il debutto stagionale senza acuti a Bonn. E lo ha fatto con una cavalcata esaltante, che l’ha visto approdare in finale senza che nessun avversario sia riuscito ad arrivare in doppia cifra contro il poliziotto che si allena al Club Scherma Jesi.

Perentorio il 15-4 rifilato al giapponese Matsubuchi nel primo match di giornata, poi un doppio 15-9 per eliminare prima il cinese Chen e poi l’altro nipponico Shikine. Approdato nei “top 8”, il marchigiano ha continuato a esprimere la sua scherma approcciando sempre con ferocia, così da mettersi subito al comando dell’assalto, pure il quarto di finale contro il francese Ediri e il punteggio di 15-8 è specchio che non mente nel fotografare il dominio dell’azzurro. In semifinale Marini era avanti 6-5 sullo sfortunato Alaaeldin Abouelkassem (che poco prima aveva superato Daniele Garozzo), il portacolori dell’Egitto non è riuscito però a continuare la sua gara per un problema fisico.

Marini, guidato a fondo pedana dal CT Stefano Cerioni, ha così completato il suo capolavoro nella finale contro il transalpino Maxime Pauty, un assalto difficile, che ha visto il vicecampione del mondo in carica inseguire più volte, ma pronto a rintuzzare subito i tentativi d’allungo del francese. Agguantato il 13-13, Tommy ha piazzato la stoccata del sorpasso e poi, restando lucido anche nei concitatissimi momenti decisivi del match, s’è visto impedire la parata e risposta della vittoria da un’infrazione di Pauty, sanzionato dall’arbitro che ha così decretato il successo per 15-13 del fiorettista dorico.

Buon quinto posto per Garozzo, seppur con il rammarico del quarto di finale perso 15-11 contro l’egiziano Abouelkassem. In precedenza il “Dottore” del fioretto azzurro aveva battuto il giapponese Ito 15-10, il connazionale Davide Filippi 15-9 e lo spagnolo Carlos Llavador per 15-10, confermandosi quindi tra i “top 8” della specialità in cui è stato Oro e Argento alle ultime due Olimpiadi.

Nona piazza invece per Alessio Foconi, che è stato fermato proprio dal francese Pauty. Stop nel turno dei 32 per Giorgio Avola (17°), Guillaume Bianchi (23°), Giulio Lombardi (25°), con il rimpianto per il giovane livornese d’aver perso 15-14 contro il giapponese Nagano poi arrivato sul podio, Davide Filippi (28°), eliminato invece nel derby azzurro contro da Daniele Garozzo, ed Edoardo Luperi (30°), mentre nel tabellone da 64 si erano fermati Filippo Macchi e Damiano Rosatelli.

Domani la tappa di Coppa del Mondo di fioretto maschile a Tokyo si concluderà con la competizione a squadre in cui l’Italia del CT Stefano Cerioni si schiererà in pedana con il quartetto campione del mondo Marini-Garozzo-Foconi-Bianchi.

COPPA DEL MONDO DI FIORETTO MASCHILE – Tokyo (Giappone), 10 dicembre 2022
Qui tutti i risultati

Finale

Marini (ITA) b. Pauty (Fra) 15-13

Semifinali

Pauty (Fra) – Nagano (Jpn) 15-12

Marini (ITA) b. Abouelkassem (Egy) per ritiro causa infortunio

Quarti di finale

Pauty (Fra) b. Choupenitch (Cze) 15-13

Nagano (Jpn) b. Massialas (Usa) 15-10

Abouelkassem (Egy) b. Garozzo (ITA) 15-11

Marini (ITA) b. Ediri (Fra) 15-8

Tabellone da 16

Pauty (Fra) b. Foconi (ITA) 15-10

Garozzo (ITA) b. Llavador (Esp) 15-10

Marini (ITA) b. Shikine (Jpn) 15-9

Tabellone da 32

Foconi (ITA) b. Im (Kor) 15-9

Bibard (Fra) b. Avola (ITA) 15-9

Nagano (Jpn) b. Lombardi (ITA) 15-14

Garozzo (ITA) b. Filippi (ITA) 15-9

Llavador (Esp) b. Luperi (ITA) 15-13

Hamza (Egy) b. Bianchi (ITA) 15-12

Marini (ITA) b. Chen (Chn) 15-9

Tabellone da 64

Foconi (ITA) b. Hayashi (Jpn) 15-12

Rajski (Pol) b. Rosatelli (ITA) 15-9

Avola (ITA) b. Roger (Fra) 15-9

Bibard (Fra) b. Macchi (ITA) 15-13

Lombardi (ITA) b. Iimura (Jpn) 15-9

Garozzo (ITA) b. Ito (Jpn) 15-10

Filippi (ITA) b. Xu (Chn) 15-14

Luperi (ITA) b. Broszus (Can) 15-8

Bianchi (ITA) b. Spichiger (Fra) 15-7

Marini (ITA) b. Matsubuchi (Jpn) 15-4

Classifica (197): 1. Tommaso Marini (ITA), 2. Maxime Pauty (Fra), 3. Yudai Nagano (Jpn), 3. Alaaeldin Abouelkassem (Egy), 5. Daniele Garozzo (ITA), 6. Alexander Choupenitch (Cze), 7. Alexandre Ediri (Fra), 8. Alexander Massialas (Usa); 9. Alessio Foconi (ITA), 17. Giorgio Avola (ITA), 23. Guillaume Bianchi (ITA), 25. Giulio Lombardi (ITA), 28. Davide Filippi (ITA), 30. Edoardo Luperi (ITA), 37. Filippo Macchi (ITA), 48. Damiano Rosatelli (ITA), 80. Alessio Di Tommaso (ITA), 135. Tommaso Martini (ITA).

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.