Ciclista venne investita ed uccisa, oggi 350.000 dollari di maxi risarcimento ai familiari!

La famiglia di Gwen Inglis ha raggiunto un importante precedente quando per quanto riguarda il risarcire le famiglie delle vittime di ciclisti investiti dagli automobilisti, dopo l’incidente mortale che ha tolto la vita alla campionessa degli Stati Uniti (Masters) nel maggio dello scorso anno.

Questa settimana si è saputo che la famiglia della ciclista ha vinto la causa contro Ryan Montoya, l’uomo accusato di aver causato la sua morte; e l’assicurazione dell’imputato, che deve pagare un risarcimento di 353 milioni di dollari alla famiglia Inglis, una cifra senza precedenti. Il tutto in 1 anno e mezzo!

Il fatale investimento di Gwen Inglis è avvenuto il 16 maggio dello scorso anno, quando la ciclista si stava allenando con il marito nella periferia di Denver. In quel momento, Montoya, che guidava il suo mezzo sotto l’effetto dell’alcol, investì fatalmente la ciclista, campionessa su strada negli Stati Uniti nella categoria 45-49 anni. Per questo fatto e prima di stabilire questo risarcimento, Montoya è stato condannato a otto anni di carcere lo scorso giugno. Ora, in più, dovrà pagare questo risarcimento milionario che costituisce un precedente importante affinché nessun ciclista colpito resti impunito.

/ 5
Grazie per aver votato!