Morto il ciclista investito a Taormina il 3 aprile scorso

Giovanni Boccaccio, il ciclista messinese investito da un auto il 3 aprile scorso a Taormina, non ce l’ha fatta. Apprendiamo questa ennesima tragedia della strada che colpisce un ciclista, dal sito messinatoday.it e riportiamo una parte della triste notizia così come è apparsa nel portale, senza cambiare una virgola, volutamente, in modo da non sollevare ulteriori polemiche rispetto al noto e delicato problema dei morti sulla strada. Ognuno potrà trarre le proprie considerazioni in merito. L’intera vicenda può essere approfondita cliccando in fondo sul link (evidenziato in rosso) che riporta all’articolo originale.

– Dopo mesi di sofferenze che si sono alternate a speranze e preghiere, l’atleta del “Barbagianni’s Team” è morto circondato dall’affetto di amici e parenti.

Le sue condizioni erano apparse subito molto gravi, L’uomo era stato ricoverato in coma farmacologico e denunciato il 70enne automobilista di Carini per l’incidente che ha coinvolto una comitiva messinese di 18 ciclisti. Negli ultimi tempi aveva dato qualche segnale di ripresa poi un arresto cardiaco ha di nuovo compromesso la situazione.

La notizia della sua morte ha registrato tanto cordoglio fra gli atleti che erano al suo fianco.

“Non avremmo mai voluto darvi questa notizia ma il nostro Giovanni è volato via – si legge nel profilo fb di Barbaggianni’s – Era uscito di casa con la gioia di trascorrere una lieta giornata, ma la triste signora nascosta tra le anse di una maledetta curva era pronta a fendere la sua falce. A nulla sono valse le nostre preghiere, invocazioni, suppliche il cerchio per lui purtroppo si è chiuso. Tante cose ancora gli restavano da compiere su questa terra, vedere crescere i figli… CONTINUA A LEGGERE

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.