Valentino Rossi ricorda la morte di Marco Simoncelli, fu uno shock

Non si può parlare di Marco Simoncelli senza menzionare anche Valentino Rossi, suo grande amico e in un certo senso anche maestro. I due si allenavano insieme e il Dottore dava diversi consigli al giovane collega. È stato il suo primo “allievo”, il primo pilota a cui ha aperto le porte del suo mondo.

Valentino Rossi in un’intervista concessa al giornalista americano Graham Bensinguer ha avuto modo di parlare di ciò che ha provato nel terribile giorno della morte di Simoncelli in Malesia: «Fu uno shock, anche perché ero coinvolto e pertanto fu devastante. Ho pensato fosse un disastro quando ho rivisto le immagini, dopo un’ora e mezza ci hanno comunicato che era morto. Sono rimasto un’ora senza parlare, solo a piangere e non sapendo cosa dire. Sono passati dieci anni, ma è come fosse ieri per me».

Essere coinvolto nella morte di una persona è bruttissimo e lo è ancora di più quando quella persona era un tuo amico. Valentino non poteva fare nulla di diverso per impedire quell’esito drammatico, però gli fa male lo stesso e ha imparato a convivere con quel dolore.

Simoncelli è stato il primo pilota che il nove volte campione del mondo aveva aiutato e poi la cosa è diventata più grande. Successivamente il Dottore ha aiutato il fratello Luca MariniFranco Morbidelli e altri giovani colleghi che hanno avuto la grande occasione di allenarsi e di imparare da una leggenda del motociclismo. La VR46 Riders Academy è un progetto di cui Rossi va molto fiero.

Oltre al dispiacere umano per la perdita di un giovane ragazzo, rimane sicuramente il grande rammarico di non aver visto dove sarebbe potuto arrivare uno come Simoncelli. In MotoGP stava crescendo e che sembrava destinato a fare grandi cose. Aveva rinnovato per correre con il team Gresini Racing per il 2012 e avrebbe avuto una RC213V ufficiale. Il suo contratto era diretto con Honda, che sembrava credere in lui. Davvero un peccato.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.