Serie A: LIVE Napoli-Juventus, big match al Maradona

Tra pochi minuti in campo Napoli-Juventus, big match di Serie A.

Le vecchie volpi giocano a nascondersi.

‘Napoli la piu’ forte del campionato, conta piu’ per loro che per noi”, azzarda Max Allegri alla vigilia della sfida scudetto del Maradona. ”Non mettere cappello e barba finta – rintuzza Spalletti, maestro di basso profilo – Juve favorita, certi investimenti si pagano per la vittoria tricolore”. Il vantaggio di +7 e’ un bel gruzzolo per il Napoli dominatore, col migliore attacco e un Osimhen scatenato e capocannoniere con 10 gol. Ma di fronte c’è il bunker allestito da Allegri, migliore difesa con 7 gol subiti, che viene da otto vittorie di fila senza reti sul groppone dopo il 2-0 del Milan dell’8 ottobre.
    Spalletti fa gli scongiuri perche’ ricorda (era appena tornato alla Roma) l’impresa di Allegri del 2016, lo scudetto bianconero partendo da -11 con 14 vittorie di fila. Stavolta da -10 la Juve si trova a -7 solo per il super torneo del Napoli, ma e’ passata dall’ottavo al secondo posto. Se vince domani tutto torna in gioco. La serie A e le forze dell’ordine monitorano intanto il comportamento degli ultra’ dopo gli incidenti sull’A1 tra napoletani e romanisti, anche in vista della sfida al Maradona del 29 gennaio. Intanto gli 800 tifosi della Juve domani saranno scortati con attenzione dalla polizia.
    Sul piano sportivo a far propendere per una lunga sfida Napoli-Juve e’ anche la difficolta’ che stanno affrontando le milanesi. L’Inter ha preso un punto in due partite e ha sofferto in Coppa Italia, dove e’ stato eliminato il Milan in superiorita’ numerica dopo il mezzo flop con la Roma. Inzaghi e Pioli pagano forse anche le polemiche sullo stadio, il pensiero della Supercoppa a Riad della prossima settimana (dove si faranno le prove generali del fuorigioco semiautomatico), ma i punti del weekend non si possono perdere. L’Inter riceve un Verona che torna a sperare nella salvezza, il Milan (senza Tonali) e’ atteso dall’insidiosa trasferta con un Lecce da centroclassifica, capace di 10 punti nelle ultime 4 gare. Sperano nelle disavventure delle due milanesi le tre inseguitrici a pari punti che sognano il quarto posto Champions, che hanno pero’ impegni da non sottovalutare. La Roma, che ritrova in panchina Mourinho e conta sul risveglio offensivo di Abraham, riceve nel sotto-clou di giornata la Fiorentina che deve decidere se cedere Nico Gonzalez dopo l’offerta di 34 mln del Leicester. L’Atalanta, che sta gradatamente ritrovando consapevolezza e risultati, ospita la Salernitana che non vince da meta’ ottobre ma ha piazzato finora il miglior colpo di mercato ingaggiando il portiere Ochoa. Dopo i due recuperi subiti con Lecce e Empoli la Lazio (che conferma Luis Alberto) vuole ripartire al galoppo ed e’ favorita in casa di un Sassuolo in crisi e piombato in una zona scivolosa della classifica. La panchina di Dionisi comincia a scricchiolare.
    Il Torino di Juric sente di poter salire almeno fino all’ottavo posto: l’entusiasmo per l’eliminazione del Milan puo’ dare le ali nel confronto casalingo con lo Spezia di Nzola mentre l’Udinese cerca contro il Bologna, in piena emergenza per dieci assenti, quel successo che manca da nove gare. In zona salvezza ultima chance per Alvini di salvare la panchina di una Cremonese ancora alla ricerca della prima vittoria. Non sara’ facile perchè e’ in programma il derby lombardo con il Monza di Palladino che ha dimostrato di meritare la serie A. La Samp di Stankovic, dopo il previsto ko col Napoli nella giornata dell’omaggio a Vialli e Mihajlovic, prova a ricominciare la sua scalata dal penultimo posto cercando punti in casa dell’Empoli, che ha mostrato il suo carattere con la rimonta all’Olimpico. 
   

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.