Per Marcell Jacobs corsa contro il tempo per i Mondiali di Eugene, a rischio anche la staffetta 4×100 metri

Marcell Jacobs dopo la rinuncia alla gara dei 100 metri di Stoccolma per un dolore al gluteo, è volato a Portland per prepararsi al Mondiale di Eugene, che ancora resta in programma. Sarà una corsa contro il
tempo, scrive la Gazzetta dello Sport.

Gli acciacchi che, uno conseguente dell’altro, lo hanno frenato nel corso della stagione all’aperto, ne minano la partecipazione”

Il direttore tecnico, Antonio La Torre spiega:

«Ho sentito Camossi, è sereno, sebbene non possiamo nascondere che un filo di preoccupazione c’è. La zona interessata è vicina al nervo sciatico, quindi particolarmente sensibile, soprattutto quando il sistema nervoso è sotto pressione. Marcell, che ha gli occhi del mondo addosso, ha avvertito fastidio e ha fatto benissimo a non gareggiare. Se non avrà ulteriori problemi, recupererà in tempo. Ce lo auguriamo tutti: è il fulcro del nostro movimento. Gli infortuni, tra gli atleti di vertice, sono nella norma. E il percorso riabilitativo seguito è stato all’avanguardia. Non c’è nulla da recriminare».

Anche Filippo De Mulo, responsabile tecnico della staffetta azzurra manifesta la sua preoccupazione anche in vista della staffetta 4×100.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.