calcio

ESCLUSIVA, Rodolfo Vanoli: “Mio fratello Paolo? A Venezia capolavoro suo e dello staff”

La redazione di News.Superscommesse.it ha raggiunto Rodolfo Vanoli, ex giocatore dell’Udinese, ma anche del Lecce, una delle squadre che ha festeggiato la salvezza in A. Quest’intervista esclusiva, che ha toccato diversi temi del nostro campionato e non solo, è stata l’occasione per chiedergli anche un commento sull’impresa compiuta dal fratello Paolo, fresco di promozione in A sulla panchina del Venezia

Non posso non chiederti un’opinione sul gran lavoro fatto da tuo fratello Paolo a Venezia. Ha raccolto la squadra sul fondo della B 18 mesi fa e ha inciso sotto tutti i punti di vista. Ritieni che arrivi in Serie A al momento giusto o che la gavetta sia stata troppo lunga e che il calcio italiano si sia accorto un po’ tardi delle sue qualità?

“A mio parere, il problema è che in Italia si smette di giocare e si comincia subito ad allenare. Ma non è così che deve funzionare. Quando si smette e si fa il corso di Coverciano non si può essere già pronti e avere la maturità che si sviluppa 10 anni dopo. Ricordo che quando andò Paolo in Russia per il suo esordio come primo allenatore gli dissi ‘Secondo me hai bisogno di uno staff vecchio’, ovvero con persone con esperienza. Aveva fatto tanta gavetta, quella era la sua prima esperienza importante, ma fu subito in grado di vincere. Poi è arrivata la chiamata del Venezia. La situazione era molto difficile con la squadra in zona retrocessione. Ho assistito a diversi allenamenti del Venezia e posso dire che Paolo ha lavorato bene, con grande professionalità. La vittoria non è arrivata per caso, ma perché si è creata l’alchimia giusta a tutti i livelli. Mi riferisco allo staff tecnico, ma anche al ds Antonelli che aveva già vinto a Monza ed è stato bravo a fare da collante con la società americana”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.