Ciclismo

Remco Evenepoel e Primož Roglič coinvolti nell’incidente del Critérium du Dauphiné che ha neutralizzato la tappa di oggi

Nella tappa odierna del Critérium du Dauphiné , sia il leader della corsa, Remco Evenepoel (Soudal Quick-Step), sia il principale contendente Primož Roglič (Bora-Hansgrohe) sono caduti duramente in un grosso incidente che ha portato all’annullamento della tappa.

Le strade erano scivolose fin dall’inizio della Fase 5 e le condizioni sono solo peggiorate nel corso della giornata. Durante la discesa della Côte de Bel-Air, a circa 20 km dall’arrivo, i corridori si sono schiantati.

Ådne Holter (Uno-X Mobility), 23 anni, è caduto all’inizio della tappa, con più di 75 km da percorrere. Il ciclista norvegese ha battuto la testa piuttosto forte sul lato sinistro, ma il suo direttore della squadra non gli ha impedito di continuare anche dopo che c’era un po’ di bandiera rossa nella confusione di Holter sull’opportunità o meno di prendere una nuova bici. La caduta di Holter era solo un’anteprima di ciò che sarebbe successo.

Quando il gruppo si è avvicinato alla caduta, ha cercato di evitare l’incidente, e nel tentativo di schivare, quasi tutti sono finiti nell’erba o uno sopra l’altro.

I leader della corsa hanno rapidamente neutralizzato la tappa mentre i corridori valutavano i danni subiti. A coloro che ne erano usciti indenni, è stato detto che la gara era stata sospesa.

Dopo più di mezz’ora, i leader della corsa hanno annunciato che la tappa sarebbe stata definitivamente neutralizzata. Ciò significava nessun vincitore di tappa e nessun tempo preso al traguardo. Secondo GCN , ciò era dovuto al fatto che le ambulanze si occupavano di così tanti feriti e cercavano di raggiungere gli ospedali locali.

I corridori hanno proceduto a percorrere gli ultimi 20 km a passo lento.

Evenepoel ha subito un impatto sulla stessa spalla infortunata nell’incidente di Itzulia nei Paesi Baschi che ha eliminato molti top rider ad aprile. Dovrà farsi controllare la spalla per poter continuare, ma resta il leader della corsa.

Tra gli altri corridori chiave coinvolti c’erano Juan Ayuso (UAE Team Emirates) e il compagno di squadra di Roglič, Jai Hindley. Tao Geoghegan Hart (Lidl-Trek) sembrava tenergli il braccio dopo l’incidente, e Romain Combaud (dsm-firmenich-postNL) ha battuto la testa dopo essersi fermato dal fondo del gruppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.