Ciclismo

Vingegaard ruba la scena a Pogacar al Tour

La massaggiatrice di Jonas Vingegaard gli ha passato il cellulare dietro il podio . Si era appena rinfrescato e si era allentato le pantofole. Ha composto il numero di Trine, sua moglie, che è nelle ultime settimane di gravidanza e per questo non lo segue in Francia. Nessuno ha sentito la conversazione della coppia, ma il due volte vincitore del Tour, vincitore dell’undicesima tappa, in uno sprint serrato con Tadej Pogacar, ha riattaccato e ha parlato concitato . “Questa vittoria significa molto per me, per tutto quello che ho passato in questi ultimi tre mesi. “Ho vinto il palco per la mia famiglia.” 

Non è un ragazzo molto espansivo. Parla meglio della bici, in un linguaggio dei segni, che trasmette la sua pedalata per dimostrare due cose : che è davvero tornato e che in una tappa meravigliosa attraverso il Massiccio Centrale si è messo come un sasso nella scarpa di Pogacar. Non ha ancora dimenticato la caduta nei Paesi Baschi, perché temeva di morire e quel ricordo affiora, soprattutto quando affronta le discese. Ha ammesso di avere paura, ma non tanto quanto quando Pogacar, una settimana fa, lo lasciò sospeso sulla discesa del Galibier… CONTINUA A LEGGERE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.