Vincenzo Nibali ha deciso: a fine stagione il ritiro

Era nell’aria che sarebbe arrivato un annuncio importante da parte di Vincenzo Nibali e, conclusa la quinta tappa del Giro d’Italia, questo puntualmente è arrivato.

Circondato dal caloroso abbraccio della gente della sua Messina, Nibali ha annunciato ufficialmente il ritiro dal professionismo a fine anno.

Il messinese, impegnato in questi giorni nel suo ultimo Giro d’Italia, concluderà dunque la sua incredibile carriera nel ciclismo a 37 anni dopo aver scritto pagine memorabili non solo della storia delle due ruote ma anche dello sport italiano tout court.

“Sono venuto qui perché sapevo da tanto tempo che il Giro sarebbe arrivato a Messina. È l’occasione giusta per annunciare questo sarà il mio ultimo Giro e a fine anno lascio” ha affermato in lacrime il corridore dell’Astana ai microfoni del Processo alla Tappa.

È arrivato il mio momento, ed è normale. Ho raccolto davvero tantissimo nella mia carriera, ho cercato di fare il meglio fino ad ora. Le decisioni a volte arrivano all’improvviso. Sono emozionato, qui è iniziata la mia storia, con le prime corse in Sicilia. Da lì è stata una escalation. Sono andato via dalla Sicilia a 15 anni, ho dato tantissimo al ciclismo e forse è arrivato il momento che in un futuro prossimo possa restituire un po’ di quel tempo sottratto alla famiglia, agli amici, a tutto quello che ho sacrificato per le due ruote”.

Nibali, una carriera da primo della classe

Nibali dunque, dopo un inizio di stagione travagliato, appenderà la bici al chiodo dopo aver messo in bacheca corse tra le più prestigiose al mondo come Vuelta a Espana (2010), Tour de France (2014), Giro d’Italia (vinto due volte nel 2013 e nel 2016), Giro di Lombardia (2017 e 2015), Milano-Sanremo (2018) e Tirreno-Adriatico (2012 e 2013).

Il computo delle vittorie, attualmente fermo a 54, potrebbe però ulteriormente salire da qui a fine anno visto che “Lo Squalo dello Stretto” farà di tutto per conquistare altri successi e lasciare così nel migliore dei modi lo sport che l’ha consacrato.

In quest’ottica c’è da aspettarsi un Nibali all’attacco nelle prossime tappe del Giro d’Italia 2022, corsa nella quale, specie nelle frazioni più impegnative, il siciliano certamente avrà modo di far valere quelle qualità che l’hanno reso leggenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.