Valentino Rossi battezza il suo erede

A margine del Gp di Portimao, Valentino Rossi ha indicato quello che secondo lui potrà a raccogliere il suo testimone nella classe regina trovando delle note positive nel penultimo weekend di gara della sua carriera.

L’esperto pilota urbinate infatti, nonostante il tredicesimo posto che inevitabilmente non lo soddisfa, è parso molto contento del comportamento della sua Yamaha sul tracciato di Portimao, pista che, oltre a dargli segnali postivi in vista dell’ultimo appuntamento di Valencia, ha anche fornito al classe una conferma circa quello che potrebbe essere il suo erede in MotoGP.


“Il primo obiettivo era arrivare in zona punti e ci siamo riusciti. La gara è stata davvero veloce come passo rispetto alle prove e sono riuscito a fare qualche sorpasso e a seguire mio fratello. Abbiamo corso una buona gara” ha affermato nel dopo gara l’ex Ducati.

“Ho provato ad attaccarlo ma alla fine c’è stata la bandiera rossa e non ho potuto farlo anche se ero più veloce in qualche punto della pista. Va bene così, il passo non era male. Abbiamo fatto una scelta giusta per le gomme, perché non mi trovato con la media mentre con la hard mi sono trovato bene” ha concluso la sua analisi un Rossi decisamente contento.
Valentino si è dunque soffermato sul vincitore di giornata, quel “Pecco” Bagnaia che la prossima stagione cercherà certamente di riprendersi con gli interessi quel titolo mondiale sfuggitogli quest’anno.

“Oggi ‘Pecco’ è stato bravissimo, in questo weekend è stato sempre veloce, ha ottenuto la quinta pole di fila, la Ducati fa paura e lui la guida in un modo eccelso, a me da proprio gusto vederlo guidare. Quando fa il giro veloce per un appassionato di moto vederlo guidare è una cosa eccitante” ha dichiarato entusiasta Rossi confermando che, a suo parere, il torinese ha tutto per conquistare le vette della MotoGP dopo di lui.

“È pronto per lottare per il titolo, peccato che a Misano non ha messo l’anteriore media e si è steso, altrimenti sarebbe stato della partita. Oggi invece ha avuto ragione, gli avevo consigliato la hard al posteriore e invece ha messo la media ed ha vinto. L’anno prossimo sarà dura per tutti” ha sostenuto convinto Rossi.

“Conosco benissimo ‘Pecco’ e quello che mi impressiona di più è quello che riesce a fare in moto. È una persona tranquilla e gentile, ma quando sale in moto ha un grandissimo coraggio. Tecnicamente ha un modo di guidare particolare, ora riesce ad utilizzarlo anche in MotoGP” è stata la chiosa del nove volte campione del mondo.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.