Un grandissimo Lorenzo Sonego si arrende a Djokovic in semifinale agli Internazionali di Roma

Ha lottato fino in fondo ma alla fine non c’è l’ha fatta Lorenzo Sonego contro il numero uno al mondo Novak Djokovic . Il serbo ha battuto l’azzurro in semifinale per 6-3 6-7 6-2, chiudendo così una giornata (e un torneo in generale) con sapori storici per il tennis italiano. Nella finale di oggi domenica 16 maggio (a partire dalle 17 ) Nole affronterà ancora una volta Rafa Nadal, in quello che è il loro 57esimo incontro .

Dopo 14 anni (Filippo Volandri nel 2007), un italiano tornava in semifinale al Foro Italico 14 anni dopo e il secondo in 43 anni. Un tabù infranto che ha confermato l’ottimo momento che sta vivendo il nostro tennis. In quattro Masters 1000 gli italiani hanno messo insieme due finali , una semifinale e un quarto di finale. Il tutto condito anche da tre tornei vinti . Nei primi 30 ci sono posti al mondo che classificano quattro blues. Tre nei primi 15 della Gara. A Roma ci pensa l’exploit di Sonego, dopo decenni di delusioni: il tennis italiano esce finalmente rinvigorito dagli Internazionali d’Italia. Ora arriva il fileRoland Garros , in partenza dal prossimo 24 maggio. Lorenzo Sonego – È la vera rivelazione del torneo. Il torinese entusiasta e stupito , non solo per la semifinale. È la sua verve da combattente ad aver conquistato il Foro Italico. Sonego è stata la variante che ha dato a queste Internazionali d’Italia un nuovo valore. Contro Djokovic, il 26enne torinese ha salvato due match point, ha recuperato un break da dietro quando il serbo era al servizio e ha vinto un set con un magistrale tie-break . E poi ci sono quei tre break point consecutivi all’inizio del terzo set che, forse, avrebbero potuto dire un esito diverso della sfida. E pensare che solo tre ore prima Sonego aveva concluso un altro memorabile scontro contro il numero sette del mondo Andrey Rublev , battuto per 3-6 6-4 6-3. Sonego ha fatto però l’impresa più bella al secondo turno: contro il numero 4 del mondo Dominic Thiem , per 6-4 6-7 7-6. Fu in quel momento che tutti realizzarono quello che, fino ad oggi, era uno dei più sottovalutati della nuova generazione italiana. Dopo questo torneo Sonego è il numero 28 al mondo. Adesso la prova del Roland Garros. Un torneo che lo ha visto raggiungere gli ottavi di finale nel 2020.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.