Un grande Valentino Rossi partirà decimo nell’ultimo GP della carriera a Valencia

Nell’ ultimo GP della sua stratosferica carriera, oggi nelle qualifiche del Gran Premio di Valencia, si è visto un ottimo Valentino Rossi.

Il Dottore è apparso subito in grande spolvero durante le sessioni di prove libere, sembra quindi pronto per vivere un GP d’addio.

A spingere Valentino Rossi una Yamaha Petronas finalmente competitiva, visto anche l’ottima prova di Andrea Dovizioso, che ha sfiorato l’accesso alla Q2 e che partirà dal 13° posto.

Rossi si è anche tolto la soddisfazione di mettersi alle spalle l’altra Yamaha ufficiale, quella di Franco Morbidelli, che non è andato oltre l’undicesimo tempo.

Tra i primi dieci anche le Suzuki di Joan Mir, quarto, e Alex Rins, sesto, la Ktm di Binder e la Honda di Takaaki Nagakami, che aveva ottenuto il miglior tempo nella quarta sessione di libere.

La pole va a Martin con un acuto importante al termine della prima stagione della carriera nella classe regina, che in attesa dell’esito della corsa di Valencia è già ampiamente positiva, con quattro pole positions e tre podi, compresa la vittoria nel GP di Stiria.

Il tutto considerando il grave incidente subito a inizio stagione in Portogallo, quando a causa di una caduta Martin riportò la frattura del primo metacarpo della mano destra e del malleolo mediale destro.

L’exploit di Martin conferma la superiorità stagionale della Ducati, campione del mondo costruttori già prima del GP valenciano. Alle spalle dello spagnolo infatti partiranno le due Desmosedici ufficiali, quelle di Francesco Bagnaia e Jack Miller, con rimpianto finale per il torinese, caduto proprio all’ultimo giro mentre stava cercando di migliorarsi. Quinto posto per l’altra Pramac di Johann Zarco.

Eppure il titolo mondiale è stato vinto da Fabio Quartararo, che ha basato il proprio successo sulla regolarità del rendimento. Il pilota nizzardo della Yamaha partirà a Valencia dall’ottava posizione, solo due posti davanti a un ottimo Valentino Rossi.

I tempi dei primi 10:

1 J. Martin (Ducati Pramac) 1:29.936
2 F. Bagnaia (Ducati) +0.064
3 J. Miller (Ducati) +0.389
4 J. Mir (Suzuki) +0.459
5 J. Zarco (Ducati Pramac) +0.482
6 A. Rins (Suzuki) +0.539
7 B. Binder (Ktm) +0.573
8 F. Quartararo (Yamaha) +0.684
9 T. Nagakami (Honda Lcr) +0.708
10 V. Rossi (Yamaha Petronas) +0.810

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.