Sollevamento Pesi: ottimo esordio di Giulia Miserendino con 2 record italiani

Esordice nel migliore dei modi Giulia Miserendino che chiude il suo primo Mondiale Senior al nono posto, con 4 prove valide e ben 2 record italiani: nello strappo, dove migliora il precedente primato ben due volte, chiudendo con 110, e nel totale dove raggiunge quota 233 kg, a più sette da quello precedente. Una grande prova per l’atleta siciliana classe 2002, che fa un primo passo importante nel percorso di qualificazione per le Olimpiadi di Parigi 2024.

La gara è stata vinta dalla rumena Loredana Toma con un totale di 256 (119+137), davanti alla cinese Zeng con 253 (113+140) e all’ecuadoregna Palacios a con 252 (116+136).

Giulia Miserendino entra in pedana concentratissima: chiede 103 kili sul bilanciere per la sua prima alzata, che solleva senza muoversi di un millimetro. Per il suo secondo tentativo vuole superare le due statunitensi, Reeves e Nye, entrambe ferme a 106, e chiede 107, che significherebbe nuovo record italiano di specialità, da lei stessa firmato agli Europei Junior; stessa modalità di esecuzione e stesso risultato per Giulia, che entra nel “giro delle grandi”. L’asticella si alza sempre di più, ora sul bilanciere ci sono 110 kg; Giulia sale sulla piattaforma dopo già 4 risultati positivi su questa misura di altrettante avversarie ma il suo ‘good lift’ teneramente emozionato, risuona come una musica nel palazzetto di Bogotà. Giulia migliora ulteriormente il suo record italiano e si piazza nella parte alta della classifica, a soli 9 kili dal primo posto occupato da Loredana Toma (che sigla il nuovo record del mondo con 119) e a 6 dal secondo posto occupato dall’ecuadoregna Palacios con 116. Nello slancio poi è la prima atleta a salire in pedana, sollevando 123 kg. Poco il tempo per lei di respirare ed eccola di nuovo davanti al bilanciere caricato con 127 kg; due i tentativi con questa misura per lei ma purtroppo non funziona la girata. Giulia Miserendino chiuderà dunque con 123 kg di slancio per un totale di 233 kg.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.