Sollevamento Pesi Mondiali: l’azzurro Oscar Reyes ad un passo dal podio

Oscar Reyes fa sognare l’Italia con una strepitosa prestazione ai Campionati del Mondo di Pesistica Olimpica di Bogotà, in Colombia. L’Azzurro, alla sua prima gara internazionale con la maglia Azzurra, sfiora il podio nell’esercizio di slancio, con un quarto posto e un’alzata da incorniciare. 155 kg di strappo per lui, 196 kg di slancio, per un totale di 351 kg, che lo piazzano 5° al mondo. Una categoria non facile quella degli 81 kg, che non sarà tra quelle presenti a Parigi 2024 e che quindi, in questo Mondiale, viene gestita in modalità molto diversa in termini di obiettivi: lo scopo non è più la qualificazione ma la medaglia, il che rende la competizione ancora più aspra e complessa. Applausi, dunque, per Oscar Reyes e i nostri tecnici, che hanno saputo studiare e mettere in atto una strategia millimetrica, che ha condotto l’atleta ai piedi del podio, con grandi possibilità e margini di crescita, che ha dimostrato sul palco di Bogotà.

La vittoria è andata al cinese Li Dayn con 372, argento per Rejepbay Rejepov con 366, bronzo al koreano Woo Jae Kim con 357.

Oscar entra in gara nello strappo con 155 kg, sollevati con grande pulizia, mettendosi al pari del koreano Kim Woo Jae e dell’iraniano Javadi Aliabadi; intervengono il kazako Seitkazy e l’uzbeco Toshtemirov che sorpassano il trio con 156. La posta in palio si alza con 160 ma la sbagliano tutti gli atleti saliti in pedana, compreso il nostro Oscar Reyes che li tenta per ben 2 volte. Incastra invece i 161 il moldavo Robu, prontamente superato dal koreano Kim. Con il turkmeno Rejepov e soprattutto con il cinese Li Dayin l’asticella sale notevolmente fino a 171 kg, con cui il cinese chiude definitivamente i giochi.

Nello slancio è vera e propria battaglia. Oscar Reyes entra in gioco con 187 kg, che gli consentono di mettersi subito avanti ad una serie di diretti avversari. L’atleta del CS Esercito chiede 5 kg in più nel secondo tentativo, ma la girata non va. Non demorde l’Azzurro che lascia provare i suoi avversari, rilanciando costantemente, fino a 196 kg, sollevati splendidamente, conclusi con un urlo liberatorio. Oscar è momentaneamente primo di specialità ma sono ancora molti gli atleti in gara. Non sarà comunque facile scavalcarlo e toglierlo dal podio; tanti gli errori e tanti gli stravolgimenti sul tabellone. Serviranno comunque i 201 kg del cinese Li Dayin, e i 202 del turkmeno Rejepbay Reyepov, che proverà anche il record del mondo di specialità senza però riuscirci.

Giornata no invece per l’altro italiano in gara oggi, Cristiano Ficco, impegnato nella categoria fino a 89 kg: è tra i primi a salire in pedana Cristiano con 165 kg, ma non riuscirà a sollevare la misura nelle sue tre prove a disposizione. L’Azzurro rinuncerà poi allo slancio a causa di un risentimento al gomito.

FONTE: https://www.federpesistica.it/oscar-reyes-fa-sognare-litalia/

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.