Rugby: domani, sabato 13 novembre, c’è Italia-Argentina

(ANSA) – Reduce dalla sfida impossibile di Roma contro gli All Blacks, la nazionale italiana di rugby affronta domani a Treviso il suo secondo test autunnale, quello contro i Pumas dell’Argentina, team che da anni fa parte dell’eccellenza mondiale, tanto da essere stato ammesso nel Championship in cu prima si sfidavano solo Nuova Zelanda, Australia e Sudafrica.

E’ quindi un compito niente affatto facile (oltretutto, i Pumas schiereranno il oro XV titolare) quello che attende gli azzurri, che oggi hanno svolto l’allenamento di rifinitura, ma il capitano Michele Lamaro è fiducioso.
“Sì, è vero, l’Argentina si presenterà nella sua versione migliore – dice Lamaro – e contro alcuni di loro ho già giocato a livello di nazionali giovanili. Ogni match ha sempre una storia da raccontare e rispetto agli All Blacks ci sarà certamente meno pubblico, visto che passiamo dall’Olimpico a Monigo. Quindi ovviamente il ‘contorno’ sarà diverso”. ” “L’Argentina è una squadra composta da giocatori che, come noi italiani – aggiunge Lamaro – sente molto l’attaccamento alla maglia, e ai colori.

Sarà una sfida molto fisica e mentale, Il nostro obiettivo rimane quello della prestazione e di migliorare quella della settimana scorsa. Bisogna restare concentrati con l’obiettivo di migliorare quanto fatto finora”. E come è stata preparata la sfida agli argentini? “Il focus durante la settimana è stato improntato sull’aspetto mentale – risponde -.


L’Argentina è una squadra che non molla mai, e contro la Francia lo ha dimostrato nuovamente confermandosi come una squadra temibile”.
Poi una battuta su Thomas Gallo, compagno di squadra di Lamaro nel Benetton ma avversario nella sfida di domani: “ci siamo sentiti subito dopo il match di sabato scorso. Siamo amici e sarà strano affrontarci sul campo da avversari”. (ANSA

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.