motori

Pirelli rivoluziona i record del GP di Catalogna, Ogura e Alonso vincitori

Continua la scia di record siglati da Pirelli nei Campionati del Mondo Moto2™ e Moto3™. Anche in occasione del GP di Catalogna corso sul tracciato di Montmelò, i pneumatici slick DIABLO™ Superbike hanno contribuito a battere, in entrambe le classi, i giri record assoluti della pista e i giri record di gara, riducendo anche in modo notevole i tempi complessivi delle gare.
In Moto2™ si aggiudica la vittoria Ai Ogura (MT Helmets-MSI/Boscoscuro) dopo una bella gara in rimonta dalla decima posizione in griglia. Ancora un successo, il quarto quest’anno, per David Alonso (CFMOTO Gaviota Aspar Team/CFMOTO) che ora guida saldamente la classifica Moto3™ con 118 punti in campionato.

BARBIER ITALIANO

Record completamente riscritti e gare sempre più veloci

“Siamo indubbiamente molto soddisfatti del comportamento dei nostri pneumatici in questo fine settimana e penso che questa soddisfazione sia condivisa anche da team e piloti. Tutti sanno che il circuito di Montmelò è una pista piuttosto esigente per quanto riguarda i pneumatici perché povera di grip e impegnativa per gli anteriori e questo contesto difficile non fa che accrescere il valore dei risultati ottenuti. Grazie anche alle prestazioni dei nostri pneumatici sono stati realizzati numerosi record ma l’aspetto più impressionante è quanto questi record siano stati migliorati, perché non si è trattato di un lieve ritocco ma di tempi completamente stravolti rispetto al passato. Il nuovo giro record assoluto della pista in Moto2 è stato migliorato di oltre 1 secondo, in Moto3 addirittura di 1,5 secondi. In Moto2 il giro record di gara è stato di oltre 1 secondo più veloce del precedente con 12 piloti che hanno battuto il vecchio record, in Moto3 il miglioramento è stato di 1,5 secondi e ben 17 piloti sono scesi sotto il precedente giro record. Poi ci sono i tempi complessivi della durata gara: la gara di Moto2 è stata 18 secondi più veloce di quella del 2023, in quella di Moto3 il miglioramento complessivo è stato addirittura di 35 secondi, quindi mediamente quasi 2 secondi al giro più veloce rispetto al 2023. Sono numeri davvero notevoli che rendono chiaramente l’idea di quale sia stato il progresso rispetto agli scorsi anni e siamo convinti che nel corso dell’anno team e piloti continueranno a migliorarsi man mano che prendono sempre più confidenza con i nostri pneumatici”.  

LA GARA DEI PNEUMATICI

Moto2™
 
· Scelta unanime da parte dei piloti per quanto riguarda il pneumatico posteriore: tutti hanno preso il via della gara con la soft SC0. Più variegata la scelta dell’anteriore, con circa la metà dei 32 piloti su soft SC1 e l’altra metà su medium SC2. Tutti e tre i piloti a podio hanno utilizzato la soft SC1 all’anteriore.
 
· Il giapponese Ai Ogura (MT Helmets-MSI/Boscoscuro) ha vinto la gara, disputata sulla distanza di 21 giri, in 36’33.540, un tempo quasi 18 secondi più veloce rispetto al 2023 con un miglioramento medio sul giro di circa 9 decimi, con temperature dell’asfalto di 10 gradi Celsius superiori a quelle del 2023.
 
· Prima della caduta che lo ha costretto al ritiro, Fermín Aldeguer (MB Conveyors SpeedUp/Boscoscuro) ha realizzato il nuovo record di gara in 1’42.688 al secondo giro, migliorando di oltre 1 secondo quello siglato da Raul Fernandez nel 2021 (1’43.757). Oltre al pilota spagnolo altri undici piloti hanno realizzato almeno un giro sotto il precedente record della pista.
 
Moto3™
 
· Con temperature dell’asfalto prossime ai 40 gradi Celsius, al via della gara la maggior parte dei piloti ha optato per pneumatici in mescola medium SC2 sia per l’anteriore che per il posteriore. Questa combinazione è stata infatti scelta da 19 su 27 piloti e la SC2 anteriore è stata montata addirittura da 25 di loro. A scegliere la soluzione medium SC2 per entrambi gli assi sono stati anche il vincitore di gara David Alonso (CFMOTO Gaviota Aspar Team/CFMOTO) e il poleman e secondo classificato Iván Ortolá (MT Helmets-MSI/KTM).
 
· Solo 6 piloti hanno utilizzato la soft SC1 al posteriore, tra loro anche Collin Veijer (Liqui Moly Husqvarna Intact GP/Husqvarna) e Jose Antonio Rueda (Red Bull KTM Ajo/KTM) che, scattati rispettivamente dalla seconda e dalla terza posizione in griglia, sono arrivati quarto e terzo sul traguardo.
 
· La gara (tempo complessivo 32’25.084) è stata quasi 35 secondi più veloce rispetto a quella del 2023 (33’00.945), con un miglioramento medio sul giro di quasi 2 secondi.
 
· Jose Antonio Rueda (Red Bull KTM Ajo/KTM), con pneumatici SC2 anteriore e posteriore, ha realizzato il nuovo giro record di gara in 1’46.748 al penultimo dei 18 giri di gara previsti migliorando di quasi 1.5 secondi il precedente record stabilito da Darryn Binder nel 2021 (1’48.209). Complessivamente sono stati 17 i piloti a scendere sotto il precedente record di gara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.