Nonostante il grave incidente, Christian Eriksen è ancora il calciatore più pagato dell’Inter

Nonostante non abbia ancora potuto giocare una partita con i campioni in carica della Serie A dopo l’incidente avvenuto nell’ultimo Campionato Europeo per Nazionali, Christian Eriksen sarà il calciatore più pagato dell’Inter in questa stagione . Lo rende noto il media italiano Calcio e Finanza , informazione ripresa da Soy Calcio sul proprio account Twitter. Nonostante il contratto del nazionale danese preveda un addebito di 9,83 milioni di euro lordi (7,5 milioni netti), dall’Italia riferiscono che quello di Eriksen è un caso particolare. Perchè, dopo il problema al cuore sofferto in Euro 2020, è la “Fifa Insurance” a prendere in mano lo stipendio del calciatore .

Come riportato da questo media, l’Inter è stata coperta dal “Programma di protezione dei club FIFA 2019-2022” dopo l’infarto del miocardio di Eriksen durante la Danimarca-Finlandia. “Si tratta di un programma nato per fornire un risarcimento (in base allo stipendio fisso del giocatore) ai club nel caso in cui i giocatori che partecipano alla nazionale subiscano un infortunio che li costringa a fermarsi per più di 28 giorni consecutivi” , riporta Calcio e Finanza . La ‘Fifa Insurance’ interviene in casi molto specifici (come quello di Eriksen), coprendo un massimo di 7,5 milioni di euro per 365 giorni di disoccupazione. Vale a dire, una parte importantissima dello stipendio del ’10’ nerazzurro, senza contare i 1,5 milioni di euro di bonus.

A questo fatto si aggiunge anche il cosiddetto ‘ Decreto Crescita ‘ (“Decreto Crescita”) che esiste in Italia. Tale decreto, secondo quanto riportato dalla Soy Calcio , consente alle società di risparmiare le tasse con quei giocatori che hanno avuto la residenza fiscale fuori dall’Italia da almeno due anni prima del loro arrivo in Serie A e che mantengono la residenza fiscale nel paese transalpino per almeno due anni dopo l’arrivo. Un ‘Decreto Crescita’ a cui si applica anche il contratto di Christian Eriksen. Il danese è arrivato alla squadra interista nella stagione 2019/2020 dall’inglese Tottenham , dove aveva giocato le ultime sette stagioni Eriksen

Dopo Eriksen, i cileni Alexis Sánchez e Arturo Vidal sono i calciatori con gli stipendi più alti della rosa nerazzurra, entrambi coperti dal già citato ‘Decreto Crescita’. Dietro di loro c’è il terzetto formato da Ivan Perisic e dai nuovi arrivati ​​Hakan Calhanoglou e Edin Dzeko, i cui stipendi sono 9,25 milioni di euro, circa 5 milioni netti . L’ultimo degli interisti con cui la squadra milanista risparmia le tasse è Denzel Dumfries, esterno olandese acquistato in passato dal PSV.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.