Nba: Sacramento centra la settima vittoria di fila

Non si arresta la corsa dei Kings che battono a domicilio anche Memphis e portano a 7 la striscia di successi – la più lunga negli ultimi 17 anni per la franchigia: decisivo il doppio errore dalla lunetta di Ja Morant (34 punti).


    I Sixers senza stelle battono i Nets nella prima gara da ex di Ben Simmons – fischiatissimo – a Philadelphia, i Lakers perdono a Phoenix nonostante i 37 punti di Anthony Davis, Nikola Jokic sfiora la tripla doppia da 31 punti ma Denver perde a sorpresa in casa contro Detroit.

Travolto dai fischi del pubblico di Philadelphia nella sua prima da ex, Ben Simmons chiude con 11 punti e 11 assist un match perso dai Nets nonostante tutto il quintetto in doppia cifra (23 punti per Irving e 20 per Durant): a vincere 115-106 infatti è una versione ridotta dei Sixers, che senza Embiid e Harden si aggrappano ai 24 punti di Tobias Harris, ai 22 di De’Anthony Melton con 6/11 dall’arco e ai 19 e 10 rimbalzi in uscita dalla panchina di Paul Reed.


Sette vittorie in fila a Sacramento non si vedevano dal novembre 2004, con i Kings che passano anche a Memphis e diventano così la squadra con la miglior striscia aperta di successi in NBA. Contro i Grizzlies (109-113 il risultato finale) c’è voluto il doppio errore di Ja Morant in lunetta a 1.7 secondi dalla sirena per sancire un risultato che proietta la squadra californiana a ridosso del primo posto a Ovest. Dopo anni, parlare di playoff dopo 40 giorni di regular season non è più un’eresia. (ANSA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.