Muore il ciclista Oscar Cavagnis, travolto da una valanga

L’ha tradito la sua passione per la montagna. Oscar Cavagnis, l’ex corridore bergamasco, classe 1974, è morto sul Gran Zebrù (3600 metri di quota al confine tra le province di Sondrio e Bolzano) a seguito di una valanga che lo ha travolto e ucciso assieme a un compagno, mentre altri due alpinisti che si trovavano più avanti non sono stati coinvolti ed hanno lanciato l’allarme. Il corpo di Oscar Cavagnis senza vita e del compagno, sono stati recuperati sul versante altoatesino.

Cavagnis era un ex ciclista professionista. Ha corso tra il 1998 e il 2002, in squadre come Saeco e la Landbouwkrediet. In carriera ha vinto in tutto 8 corse e partecipato al Giro d’Italia nel 2002, chiudendo 120° nella classifica generale e ottenendo un 12° posto come miglior risultato di tappa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.