Morte Rebellin: si scatenano i commenti negativi sui social contro l’investitore e la ditta: «Assassini», «vergognatevi»

Un pezzo di Pierfrancesco Carcassi su Repubblica ci aggiorna sulla tragedia che ha colpito il campione di ciclismo Davide Rebellin. Si legge infatti nel sito che in poche ore la pagina Google della Rtr si è riempita di messaggi che invocano la condanna del camionista indagato per la morte del ciclista: «Mostro».


«Assassini», «vergognatevi», «meritate di non lavorare più in Italia», oppure «in Italia solo per costituirvi». In poco più di 24 ore la pagina Google di Rieke Transporte Recke si è riempita di recensioni negative. Nessuna valuta il servizio di spedizioni all’estero di Juergen Rieke, con sede nella cittadina tedesca di Recke: delle trenta valutazioni, solo otto sono positive e risalgono a più di un anno fa. Le altre sono bocciature – una stella su cinque – che fanno esplicito riferimento all’incidente mortale in cui il camionista della ditta, Wolfgang Rieke, fratello del titolare, ha investito e ucciso l’ex campione di ciclismo Davide Rebellin il 30 novembre scorso.

L’ultimo commento è stato scritto nella mattinata del 5 dicembre, lapidario ed eloquente: «Giustizia per Davide!». Man mano che si scorrono all’indietro i messaggi, però, le recensioni si allungano e i toni si fanno sempre più duri. «Gli amministratori dovrebbero prendere provvedimenti verso il direttore Wolfgang che ha ucciso sull’asfalto un ciclista, per giunta famoso e ben voluto. La reputazione si crea in decenni di duro lavoro ma si distrugge in pochi secondi come ha fatto quel “mostro”».

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.