Mercedes non si arrende: appello alla decisione della FIA di non punire Verstappen

La faida tra Mercedes e la FIA non si esaurisce, infatti, la squadra di Lewis Hamilton presenta ricorso contro la decisione di non punire Max Verstappen per aver fatto uscire di pista l’inglese durante il GP del Brasile .

Sono emersi nuovi filmati dell’incidente del giro 48 che la Mercedes crede costringerà i funzionari della FIA a indagare almeno adeguatamente sulle azioni del pilota della Red Bull .

Hamilton ha vinto in Brasile, accorciando il gap su Verstappen , ma la squadra è ancora molto arrabbiata per la situazione. Oltre a dire la loro, hanno anche aperto un processo formale di appello, come confermato oggi mercoledì 17 novembre.

“Il Mercedes-AMG Petronas F1 Team conferma che oggi abbiamo richiesto un diritto di riesame ai sensi dell’articolo 14.1.1 del Codice sportivo internazionale, in relazione all’incidente alla curva 4 tra la vettura 44 e la vettura 33 al giro 48 del Gran Premio del Brasile 2021 Prix, sulla base di nuove prove non disponibili agli Steward al momento della loro decisione”, si legge in una dichiarazione della Mercedes.

Inoltre, dopo che Hamilton è stato recentemente sottoposto a numerose punizioni, tra cui sanzioni e multe, la Mercedes sente che le regole non vengono rispettate in modo uguale su tutta la linea.

“Ci stanno penalizzando”, ha detto domenica il capo squadra Toto Wolff nella sua intervista post-gara.

“Si discuterà di tutto nei prossimi giorni, perché non possiamo lasciare che questo continui. Si stanno prendendo decisioni incomprensibili, a un certo punto dovremo porci un limite.

“Penso che abbiamo appena ricevuto molti, molti pugni in faccia. Sono sempre stato molto diplomatico nel modo in cui discuto le cose, ma oggi la diplomazia è finita”.
Wolff ha continuato dicendo che Verstappen è un buon pilota, ma deve essere punito per quella che vede come una chiara infrazione in Brasile.

“Max guida in modo sensazionale e ha sempre il coltello tra i denti”, ha continuato Wolff.

“Tende anche a posizionarsi molto bene in pista, ma se fai una cosa del genere devi aspettarti una penalità di cinque secondi o qualcosa di simile.

“Non solo, bisogna guardare alle conseguenze, ma liquidarlo come un incidente di gara e poi cercare di nasconderlo sotto il tappeto è stato davvero imbarazzante da parte degli steward”.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.