Matteo Berrettini contro Nadal cercherà di entrare nella storia del tennis italiano

MELBOURNE, 27 gennaio (Reuters) – Un Open d’Australia iniziato con una saga senza precedenti che ha coinvolto il campione in carica Novak Djokovic si concluderà con uno storico incontro domenica con tutti e quattro i semifinalisti maschili che avranno la possibilità di scrivere i loro nomi nei libri dei record.

Se il campione del 2009 Rafa Nadal dovesse vincere gli Australian Open per la seconda volta, lo spagnolo diventerà il primo uomo a vincere 21 titoli del Grande Slam, precedendo i grandi rivali Djokovic e Roger Federer.

Il 35enne si è detto più motivato dall’amore per il gioco che dal finire davanti a Djokovic e Federer.

“Non credo che la mia felicità, la mia felicità futura, dipenda (dipenderà) dal fatto che realizzerò uno Slam in più degli altri o se gli altri realizzeranno più Slam di me”, ha detto dopo il suo quarto di finale vincente di martedì.

Matteo Berrettini, che venerdì affronterà Nadal nella prima semifinale, punta invece a diventare il primo italiano a vincere gli Australian Open.

“Mi piace pensare che sto scrivendo un po’ (della) storia del tennis italiano. Siamo un grande paese per il tennis”, ha detto. Lo spagnolo e Berrettini si sono incontrati solo una volta, con Nadal che si è dimostrato troppo forte in una semifinale degli US Open nel 2019 durante la sua corsa al titolo.

Berrettini ha inoltre dichiarato che la sesta testa di serie lo ha ispirato per più di un decennio, ma è fiducioso di poterlo battere. “So di potercela fare. Sarà davvero difficile”, ha detto il finalista di Wimbledon 2021. “Voglio davvero vincere questa partita. So che posso farlo… Sarà davvero dura, ma sono in semifinale di uno Slam per la terza volta, quindi significa che questo è il mio livello”, ha concluso il tennista romano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.