La Juve saluta Cristiano e rende noti i numeri dell’addio

La Juventus ha salutato ufficialmente questa mattina Cristiano. Colui che, tre anni fa, è stato accolto come la “firma del secolo” , l’uomo che ha dovuto rompere la sfiga bianconera con la Champions League, è partito in fretta e furia alla fine della scorsa settimana dopo mesi di silenzio e alla ricerca di un nuovo club.

Il Manchester United, alla fine, sborserà 15 milioni di euro (a rate, in cinque anni), più otto in variabili per obiettivi . Con questi dati l’operazione ha un impatto negativo di 14 milioni sul bilancio 2020/2021 della vecchia signora. Mentre i Red Devils , dal canto loro, hanno confermato sui propri media ufficiali che la firma del contratto è già avvenuta .

A livello sportivo le cose non sono andate come previsto. Con Cristiano la Juve ha vinto due scudetti, due supercoppe e una coppa, interrompendo la sua egemonia nel Calcio lo scorso anno e peggiorando la sua prestazione in Coppa dei Campioni, dove ha chiuso nei quarti di finale (2019, contro l’Ajax) e ottavi (2020 e 2021 contro il Lione e Porto).

Cristiano è costato all’entità bianconera 86 milioni a stagione tra l’ammortamento del suo trasferimento (per il quale il Real ha ricevuto più di 115 milioni) e il suo stipendio (57 milioni lordi). Un investimento che è servito soprattutto ad aumentare il valore del marchio Juve, che secondo Forbes ora si attesta a 1,95 miliardi di euro, 500 in più rispetto al 2018.

L’ex madridista, dal canto suo, ha fatto quello che ha sempre fatto: battere record. Ha segnato 101 gol in 133 partite (è stato il primo a superare i 100 in soli tre anni nella storia della Juve), durante la sua carriera italiana è stato il giocatore che ha segnato più gol in Serie A (81, almeno 10 in più dei suoi rivali ) ed è diventato l’unico calciatore che è stato Pichichi nei campionati di Inghilterra, Spagna e Italia.

La delusione per il triste epilogo della vicenda e per non aver spezzato la maledizione della Champions, inevitabile per il Tifosi, c’è ancora, ma, come ha scritto la Juve nel comunicato, “quello che è stato fatto insieme è scritto ed è stato un viaggio fantastico”. È ora di voltare pagina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.