Isiah Young fa esplodere una “bomba” di 9,89 nei 100 metri e “abbatte” Noah Lyles per la seconda volta

Isiah Young ha stabilito un nuovo record personale di 9,89 nei 100 metri e ha sconfitto Noah Lyles per la seconda volta nell’arco di una settimana al Pure Summer Invitational a Clermont, in Florida, domenica 30 maggio.

Nel turno preliminare, il 31enne Young ha facilmente passeggiato in 10,10 per vincere la sua manche. Meno di due ore dopo è tornato in pista e ha dominato la finale dei 100 metri con un nuovo PB di 9.89.

Young potrebbe essere il favorito per vincere il titolo dei 100 metri alle prove olimpiche statunitensi che si svolgeranno a Eugene, in Oregon, dal 18 al 27 giugno. Ora è il secondo sprinter più veloce dei 100 metri al mondo quest’anno dietro 9.88 WL di Trayvon Bromell. I velocisti americani ora occupano i primi quattro posti nei 100 m mondiali maschili di quest’anno.

Proprio la scorsa settimana all’Adidas Boost Boston Games, Young ha sconfitto il campione del mondo Noah Lyles nei 200 metri. Il precedente record personale di Young prima di questa gara era di 9,92 stabilito nel 2018.

Nella stessa gara, il diciassettenne Jaylen Slade ha segnato un fantasmagorico 10.09. Ovviamente PB.

La finale dei 100 metri femminili di Clermont è stata vinta da Kortnei Johnson che ha corso 11.17. Ha battuto la campionessa olimpica di salto in lungo Tianna Bartoletta di 0,01 secondi.

Guarda i risultati completi della gara qui.