Inchiesta Juventus: I pm hanno trovato nuove operazioni non chiare, crescono le accuse contro la “Vecchia Signora”

Dal sito di Eurosport: uno dopo l’altro, sempre più nodi vengono al pettine. Le intercettazioni telefoniche stanno giocando un ruolo determinante nel delicato momento di crisi della Juventusormai da giorni nel caos dopo la dimissione dell’intero CdA finito nell’occhio del ciclone per le “manovre stipendi” e le cosiddette “plusvalenze artificiali”. Le accuse, ricorda in un dettagliato reportage il Corriere della Sera, sono più che considerevoli: false comunicazioni sociali per tre bilanci (dal 2018 al 2020), ostacolo alla vigilanza, aggiotaggio e false fatturazioni.

Le contestazioni degli inquirenti sono indirizzate a tutto l’organigramma, a partire dall’ormai ex presidente Andrea Agnelli passando per Nedved e Arrivabene, fino alla restante parte dell’area manageriale. Qualcuno, in uno dei tanti momenti chiave, ha azzardato: “E’ come Calciopoli”. Una frase che, per quanto sia ancora da chiarire in che accezione è stata pronunciata, racconta molto del senso di pericolo avvertito in casa bianconera… CONTINUA A LEGGERE

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.