Il combattente UFC Stephan Bonnar e la sua famiglia sono rimasti senza casa

L’ ex combattente di arti marziali miste Stephan Patrick Bonnar, ha potuto fare ben poco per cercare di spegnere un incendio scoppiato nella sua casa in Nevada.
Senza ancora poter definire le cause che hanno causato l’incendio della proprietà nel bel mezzo di un incendio atroce, l’unica cosa che la famiglia del gladiatore ha potuto fare quando si è accorta che le fiamme si erano propagate in tutti gli angoli della proprietà è stata chiamare i vigili del fuoco e cerca di metterti in salvo.

I vigili del fuoco di Henderson si sono recati sul sito per cercare di estinguere l’incendio, ma l’incendio era troppo esteso e ci sono volute un paio d’ore per spegnerlo e quando finalmente hanno portato a termine la loro missione, tutto era già distrutto.

È stato riferito che all’arrivo i soccorritori sono riusciti a salvare due adulti, un bambino e quattro cani, che dopo essere stati valutati dai paramedici si sono riuniti al resto dei loro familiari.

Attraverso i social network, Andrea Bonnar, moglie del gladiatore di arti marziali ha condiviso la notizia sulla pagina Facebook della sua attività… dicendo: “vi voglio solo far sapere che la nostra casa è andata a fuoco oggi e abbiamo perso tutto. “
Ora a Bonnar resta solo da conoscere il parere delle autorità per stabilire cosa sia successo e vedere se attraverso l’assicurazione sulla proprietà riesce a recuperare parte di ciò che è andato perso.

La scorsa settimana, l’atleta 44enne di Munster, nell’Indiana, ha condiviso un video con i suoi follower sui social media che lo mostrava in piedi accanto a una gabbia prima di uno spettacolo in cui avrebbe dovuto lavorare. Bonnar ha aggiunto in un video di essere stato in grado di salvare alcuni dei cimeli della sua carriera nelle arti marziali miste. Il lottatore ha sfoggiato i guanti del suo iconico combattimento con Forrest Griffin al  The Ultimate Fighter 1 nell’aprile 2005. 

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.