Hamilton il pole, Verstappen colpisce il muro, Leclerc quarto nel Gran Premio dell’Arabia Saudita

Max Verstappen ha praticamente consegnato a Lewis Hamilton la pole position nel Gran Premio dell’Arabia Saudita su un piatto d’argento dopo aver colpito il muro all’ultima curva quando era in corsa per ottenere il primo posto sulla griglia.

Il pilota della Red Bull era in vantaggio sull’Inglese di due decimi di secondo nei primi due settori del Jeddah Corniche Circuit, prima di scivolare contro una barriera di cemento quando è uscito sul rettilineo del traguardo.

Ciò significa che Hamilton partirà dalla pole per la 103esima volta nella sua carriera in F1 e per la prima volta in questa stagione ha conquistato due pole consecutive dopo aver guidato il gruppo in Qatar due settimane fa.

Per la Mercedes , l’errore di Verstappen ha anche garantito la prima fila a Valtteri Bottas che si piazza secondo, con il finlandese che ha un enorme debito di ringraziamento verso i suoi meccanici dopo aver eseguito un cambio motore tra le prove finali e le qualifiche.

Così Verstappen, che detiene un vantaggio nei confronti di Hamilton di otto punti per le ultime due gare dell’anno, si schiera terzo davanti al ferrarista  Charles Leclerc apparso in ottimo spolvero e al compagno di squadra della Red Bull Sergio Perez .

Un grosso punto interrogativo ora incombe su Verstappen sul fatto che possa aver danneggiato il suo cambio data la botta contro il muro.

Nel suo primo giro veloce in Q3, Hamilton ha avuto un momento al cardiopalma poiché ha quasi perso la sua W12 alle curve 10 e 11, riuscendo solo a mantenere il controllo prima di salvare la situazione al secondo giro caldo con le stesse gomme.

Pierre Gasly (AlphaTauri si è qualificato sesto ma è sotto inchiesta per aver intralciato  Carlos Sainz della Ferrari durante la prima sessione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.