Goleada del Liverpool: 9-0 a Bournemouth per firmare un record storico

Il travolgente Liverpool è tornato in Premier, tardivamente ma con determinazione, per battere il Bournemouth e suggellare la prima vittoria nella competizione con una valanga di goal.

È stata una vittoria storica. I rossi hanno eguagliato il record in Premier che apparteneva al Manchester United, che lo ha ottenuto due volte, contro Ipswich nel 1995 e Southampton nel 2021, e Leicester contro Southampton nel 2019. Per la prima volta nella storia, il Liverpool ha segnato nove gol in un incontro in Premier League.

Sebbene il successo sia stato corale, il duello è stato particolarmente rilevante per Firmino. Il brasiliano aveva perso la sua importanza nel passato. L’arrivo lo scorso anno del colombiano Luis Díaz e quest’estate dell’uruguaiano Darwin Núñez avevano reso Firmino meno rilevante nonostante la partenza del senegalese Sadio Mane al Bayern.

Il sudamericano ha avuto molto a che fare con il personaggio apparso ad Anfield per contemplare la prima vittoria dei Reds. Il successo è arrivato tardi. Alla quarta giornata e dietro ai favoriti per il titolo dopo due pareggi nelle prime due partite e la sconfitta dello scorso fine settimana contro il Manchester United .

Ferita nell’orgoglio e volendo correggere la situazione, la squadra guidata dal tedesco Jurgen Klopp ha affrontato la visita del Bournemouth, che ha vinto la prima gara di stagione contro l’Aston Villa ma è stata battuta nelle due successive. La squadra di Scott Parker ha dovuto fare i conti con rivali sostanziali. Manchester City, Arsenal e ora Liverpool. Tre sconfitte di fila.

Dopo sei minuti lo scontro era già sulla buona strada per la squadra rossa. Due assist di Firmino e due gol. Al terzo, di Luis Díaz, al sesto, di Harvey Elliot.

Bournemouth era disperato. Mohamed Salah riesce a segnare il terzo gol nel quarto d’ora, anche se arriva al 28′, quando Trent Alexander Arnold realizza un muro con Firmino e batte ancora Mark Traveres da fuori area. Un grande obiettivo

Il quarto è arrivato in mezz’ora. Il brasiliano ha segnato dopo un gioco di Salah sulla destra e uno scarso gioco della disorientata difesa ospite nel bel mezzo di un incubo. In aggiunta prima della pausa è arrivato il quinto. Su corner di Andrew Robertson, Virgil Van Dijk manda in rete di testa.

Non appena è iniziato il secondo tempo, Chris Mepham ha messo la palla nella propria porta e ha esteso il vantaggio del Liverpool a sei, il che lo ha reso settimo a tempo di gioco. Firmino l’ha segnato. Un angolo corto si è concluso con un tiro lungo di Alexander Arnold. L’attaccante brasiliano, sotto porta, ha segnato un nuovo gol e il secondo nel suo personale cartellino.

Klopp ha tolto il piede dall’acceleratore. Lo shock si placò. Il tecnico tedesco ha dato per scontata la vittoria e ha fatto muovere la sua panchina. Ha rimosso contemporaneamente Robertson, Jordan Henderson e Firmino.

Anche così, la festa del gol è continuata: Fabio Carvalho ha segnato l’ottavo gol su passaggio di Konstantiinos Tsimikas, uno di quelli che avevano minuti nel tratto finale. La squadra di Klopp non ha avuto pietà, ed è arrivata nona grazie a Luis Díaz all’85°.

Nonostante ci abbia provato, non ha ottenuto il decimo , che sarebbe stato un record storico senza precedenti nella competizione. Ha avuto occasioni ma non è arrivato e il Liverpool si è accontentato di pareggiare il punteggio più alto esistente. Ovviamente, per la prima volta nella sua storia, è riuscito a segnare nove gol in una partita di Premier.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.