Ginnastica: Vanessa Ferrari, «Anch’ io disturbi alimentari, a 19 anni andai in clinica»

Il Corriere della Sera, come del resto le maggiori testate italiane, torna sulla bufera mediatica che sta colpendo la ginnastica italiana. E lo fa attraverso le parole della campionessa Vanessa Ferrari, argento a Tokyo, la quale interviene sul caso delle denunce di abusi e violenze psicologiche delle ginnaste: «Non sono rimasta sorpresa, ma non demonizzate la ginnastica»

Anche Vanessa, nostra Signora della ginnastica, ha dovuto affrontare in passato problemi alimentari. Lo ha raccontato più volte e lo ha voluto ribadire ieri con un post su Instagram in riferimento alle denunce delle ginnaste (soprattutto della ritmica, ma il fenomeno esiste anche nell’artistica) emerse nei giorni scorsi.

«Quando sono comparse le prime notizie sulle denunce, non sono rimasta sorpresa. Ho vissuto tante esperienze positive ma anche tante negative. Conosco perfettamente questi aspetti, ho vissuto sulla mia pelle i problemi alimentari e all’età di 19 anni mi mandarono in una clinica a Verona e solo dopo un paio di anni sono guarita — scrive l’azzurra sul suo profilo Instagram —. Invito chiunque ne soffra a farsi aiutare perché è davvero fondamentale». Poi conclude «invitando a non demonizzare la ginnastica».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.