Frontale tra bici e auto a Cantù, gravissimo ciclista di 61 anni

Su laprovinciadicomo.it un articolo di Silvia Cattaneo, ci descrive l’ ennesimo incidente stradale che colpisce i ciclisti. Questa volta ad avere la peggio è stato un uomo di 61 anni di Figino Serenza che si è scontrato frontalmente con un’ auto. Sulla cui dinamica non ci sarebbero particolari dubbi, perché la polizia locale di Cantù, intervenuta per i rilievi e per gestire la viabilità, avrebbe acquisito anche le immagini della dashcam montata su una vettura presente al momento dell’impatto.

L’incidente è avvenuto in tarda mattinata, attorno alle 11.30, in via Mameli, la strada che attraversa Cantù Asnago. Stando a quanto è stato possibile ricostruire, l’auto condotta da un uomo di 52 anni residente a Lentate sul Seveso procedeva dal centro della frazione in direzione di Cermenate quando, arrivato all’altezza dell’intersezione con la strada che porta verso la zona dei Vedroni a Carimnate, via Dei Partigiani, si è attestato per iniziare la manovra di svolta a sinistra.

Il ciclista scendeva da Cermenate e procedeva diritto in direzione opposta. L’automobilista, forse abbagliato dal sole, non si sarebbe accorto della presenza dell’uomo e dopo aver lasciato passare alcune vetture ha proseguito la svolta. Ma dietro arrivava il ciclista.

Violento l’impatto, praticamente frontale, che ha visto il sessantunenne finire prima sul parabrezza dell’auto quasi sfondandolo, poi venire sbalzato sul tettuccio e infine finire a terra senza conoscenza. Le sue condizioni da subito sono apparse molto gravi, tanto che i soccorsi sono stati allertati in codice rosso e in via Mameli, in un prato poco lontano al luogo dell’incidente, è atterrato l’elisoccorso di Como, oltre a un’ambulanza della Croce Rossa di Montorfano e l’automedica, che dopo averlo stabilizzato si è presto risollevato in volo per trasportare il ferito al Manzoni di Lecco, dove ieri risultava ricoverato in Rianimazione in prognosi riservata.

Sul posto, per effettuare i rilievi, sono intervenute tre pattuglie della polizia locale di Cantù, che hanno dovuto anche gestire la viabilità, in un punto da sempre tra i più trafficati della città, e chiudere l’accesso a via Dei Partigiani.

Ieri il comando di via Vittorio Veneto, informata la procura dell’accaduto, non ha proceduto con il sequestro della vettura ma ha contestato al conducente la mancata precedenza ritirandogli la patente. Una posizione, la sua, per definire la quale occorrerà attendere la prognosi del ciclista.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.