Filippo Ganna, perchè è stato squalificato dal Tour de la Provence?

Filippo Ganna (Ineos Grenadiers) è stato squalificato nell’ultima tappa del Tour de la Provence per un cambio bici illegale. L’azzurro e il suo team britannico WorldTour non hanno ancora risposto.

L’ultima tappa e il titolo assoluto sono stati vinti da Nairo Quintana (Arkéa Samsic), ma Ineos Grenadiers è andato nella tappa chiave di montagna senza Richard Carapaz dopo che il campione olimpico su strada è stato costretto a lasciare la gara a causa di un test positivo COVID-19 annunciato sabato .

Ganna e Ineos hanno avuto un inizio di gara spettacolare con l’italiano che ha vinto il prologo e ha preso il comando della classifica generale. Il compagno di squadra Elia Viviani ha poi vinto la tappa 1 e Ganna è andato nella tappa finale a Montagne de Lure in testa alla classifica generale, sapendo tuttavia che avrebbe avuto poche possibilità di sfidare gli scalatori puri.

Inizialmente sembrava che Ganna avesse tenuto duro per una top ten della classifica generale, un ottimo risultato viste le punitive pendenze finali dell’ultima salita. Tuttavia, i risultati sono stati presto modificati con la notizia della sua squalifica filtrata attraverso i social media.

Il problema che è derivato dalla squalifica di Ganna sembrava derivare da come ha preso una nuova bici durante la gara.

Cambi di equipaggiamento di questo tipo sono ovviamente consentiti a metà gara e spesso i ciclisti prendono biciclette più leggere o “nuove” appena prima dei punti chiave delle gare. Tuttavia, al fine di rispettare le regole, tutti i cambi moto devono essere effettuati dalle vetture del team al fondo della gara. Sembra che Ganna si sia spostato in testa al gruppo prima di cambiare bici a lato della strada, e ad un punto già deciso dalla sua squadra.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.