Ferrari: Il fattore che potrebbe essere decisivo per detronizzare la Red Bull

La Ferrari si avvicina alla stagione 2023 con il chiaro obiettivo di porre finalmente fine alla siccità del titolo, in atto dal 2007.

Per farlo, prima di tutto, hanno cambiato team principal. Se n’è andato Mattia Binotto e al suo posto è arrivato Fred Vasseur. Lavorerà a stretto contatto con la coppia di guida di Carlos Sainz e Charles Leclerc– Ha fatto bene all’Alfa Romeo e ci sono grandi speranze che sia l’uomo giusto per riportarli ai vertici della F1.

Poi ci sono una serie di aree in cui devono migliorare per spezzare il dominio schiacciante della Red Bull. È essenziale che il loro motore non soffra di tanti problemi di affidabilità. Questo è fondamentale. Così come il loro bisogno di essere più sicuri nelle loro strategie di gara. E, naturalmente, hanno bisogno di rassicurazioni all’interno del team.

La pressione all’interno della Ferrari è brutale e questo a volte genera un nervosismo che si traduce in errori grossolani. E se troveranno anche la chiave per sviluppare la macchina durante la stagione, allora scopriranno che è possibile realizzare il sogno dei tifosi.

Speranza dalle simulazioni

Della nuova vettura non si sa molto, ma da quanto visto al banco prova la Ferrari del 2023 invita all’ottimismo. In particolare, sembra che abbiano fatto un notevole guadagno nell’unità di potenza. È stato anche detto che aggiungerebbe 30 cavalli in più, ma altri rapporti più cauti hanno dimezzato quella cifra.

Se sono 15 CV, come sostiene l’edizione italiana di Motorsport.com, è anche un netto miglioramento. Ciò è particolarmente entusiasmante considerando che la Scuderia è stata già in grado di dimostrare lo scorso anno di essere allo stesso livello o addirittura superiore ai motori Red Bull e Mercedes.

Più potenza e più affidabilità

Il problema era che il motore della scuderia di Maranello si guastò più volte e, per questo motivo, gli ingegneri della Ferrari furono costretti a ridurne la potenza. Comunque sia, il fattore chiave per detronizzare la Red Bull potrebbe essere quello di avere un motore più potente (e più affidabile) per abbinare la forza aerodinamica dell’auto che Max Verstappen guida così bene.

Domenica in miglioramento

La Ferrari era già più forte della Red Bull in qualifica. Leclerc ha conquistato nove pole position nel 2022 e Sainz ne ha aggiunte altre tre. Nel frattempo, Max Verstappen ha segnato sette gol e Checo Perez solo uno.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.