Faniel fantastico terzo posto alla Maratona di New York, è il primo europeo dal 1999 a salire sul podio (dopo 50 ore di viaggio)

L’azzurro Eyob Faniel dopo l’audace mossa audace nelle prime fasi della TCS New York City Marathon domenica (7) ha avuto la sua ricompensa. Si è piazzato terzo in 2:09:52.

Faniel è diventato il primo italiano a salire sul podio nella gara maschile di New York dopo il campione olimpico 2004 Stefano Baldini nel 1997 e il primo europeo a finire tra i primi tre in questo secolo. L’ultimo europeo a realizzare questa impresa è stato il portoghese Domingos Castro nel 1999.

Nella prima parte della gara Faniel e il marocchino Mohamed El Aaraby hanno guidato la gara con un distacco di 52 secondi a metà gara da un gruppo di inseguitori pieno di talento, tra cui Kenenisa Bekele e i keniani Kibiwott Kandie e Albert Korir . 

Il duo keniota si è effettivamente avvicinato ai leader nei successivi 10 chilometri, ma mentre Korir ha cercato una vittoria dominante in 2:08:22, Kandie è uscito dalla contesa per il podio e alla fine è arrivato al nono posto in 2:13:43. Lottando con un tendine del ginocchio dolorante, la medaglia d’argento olimpica Abdi Nageeye dei Paesi Bassi è stato limitato quinto in 2:11:39 mentre anche Bekele è finito sesto in 2:12:52.

Dopo aver stabilito il ritmo iniziale, El Aaraby è tornato a casa al secondo posto in 2:09:06 con Faniel ottimo terzo in 2:09:52, con oltre un minuto di vantaggio sul quarto classificato Elkanah Kibet dagli Stati Uniti in 2: 11:15.

Anche il pre-gara di Faniel non è stato perfetto. L’italiano dopo aver terminato 20esimo ai Giochi Olimpici ha dovuto affrontare un viaggio da incubo per raggiungere New York, perdendo due voli e alla fine accumulando 50 ore di viaggio. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.