Fabio Aru abbandona il ciclismo e annuncia il ritiro

Come si legge anche su Repubblica, il 31enne Fabio Aru dice addio al ciclismo. L’occasione avverà al termine della Vuelta a España, al via sabato da Burgos. La sua carriera è stata breve, folgorante in avvio e infine per troppi anni, gli ultimi quattro, complicata da tanti problemi fisici. Il suo ritiro sulle strade spagnole ha un significato profondo: è là che Aru ha ottenuto la sua più importante vittoria, la Vuelta 2015. “È bello chiudere la mia carriera nel paese che mi ha regalato la mia gioia più grande. Dopo 16 anni in bici, è arrivato il momento di dare priorità alla famiglia”.
L’ultimo dei 9 successi da professionista di Aru risale al 2017, in maglia di campione italiano, al Tour de France, sulla durissima Planche des Belles Filles. Quel quinto posto al termine della Corsa gialla è stato l’ultimo atto del primo Aru. Dopo, solo delusioni in maglia Uae-Emirates, spiegabili anche con il grave problema all’arteria iliaca, risolto chirurgicamente nella primavera 2019. A inizio 2021 la breve avventura nel ciclocross e il cambio di maglia: il corridore sardo, originario di Villacidro, chiuderà la carriera con la sudafricana Qubeka-NextHash nel momento migliore degli ultimi suoi anni, “sono tornato finalmente a sorridere in bici”, reduce da un secondo posto finale alla Vuelta a Burgos che aveva fatto sperare i suoi tifosi.

“Il ciclismo resterà sempre la mia passione”, spiega lui, nel comunicato del team. Aru e la sua compagna Valentina sono genitori della piccola Ginevra, nata nell’ottobre 2019. Resteranno gli attacchi in montagna, le sue smorfie, i due podi al Giro, un’amicizia che a tratti è stata splendida rivalità con Vincenzo Nibali, a sua volta atteso a una decisione a breve sul suo futuro. E restano ancora tre settimane infarcite di montagne, da Burgos a Santiago di Compostela, una corsa in forma di pellegrinaggio. L’ultima di Fabio Aru.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.