F1 Gp Brasile LIVE: Lewis Hamilton vince una gara splendida

Alla fine Lewis Hamilton è riuscito a vincere il GP del Brasile 2021 nonostante i tanti ostacoli che ha dovuto scavalcare in questo strano Gran premio. L’inglese è riuscito con una memorabile vittoria a riaprire un Campionato che sembrava ormai nelle mani di Verstappen.

LA CLASSIFICA

Di seguito la diretta del Gp di formula uno del Brasile. Dopo la sprint race di ieri, vinta da Bottas con secondo Verstappen, una nuova sfida tra l’olandese e Hamilton, determinante per il mondiale. Nonostante le polemiche della vigilia, le auto sono pronte a darsi battaglia.

Giro 68 di 71:

Hamilton è ormai andato lontano, 7″ su Verstappen

Giro 59: HAMILTON IN PRIMO PIANO

Terzo tentativo fortunato per Lewis Hamilton che utilizza i DR con grande efficacia per superare Verstappen prima della curva quattro e prendere il comando della gara a poco più di dieci giri dalla fine. L’inglese scappa via!

Giro 58: Verstappen si difende senza regole

Hamilton attacca Verstappen che cambia 2 volte traiettoria, è contro le regole! Ma lui può fare quello che vuole!

Giro 54: La Ferrari fa la seconda sosta

Charles Leclerc e Carlos Sainz effettuano i loro pit stop un giro dopo l’altro senza alcun panico relativo a causa della giornata disastrosa della McLaren. mantengono la posizione in quinta e sesta posizione, anche se a circa 30 secondi dalla Mercedes e dalla Red Bull

Giro 53°:

Pit-stop Leclerc, per il ferrarista gomme hard

Giro 49°:

Hamilton ha affiancato Verstappen all’esterno, i due sono arrivati appaiati alla curva 4. L’olandese ha spinto l’inglese fuori pista. Nessuna penalità per l’olandese.

Giro 48:

Verstappen resiste accompagna fuori dalla pista Hamilton. Come al solito la farà franca anche questa volta!

Giro 44: Hamilton ai box

Il numero 44 ai box al giro 44° giro, ma il vantaggio di Verstappen si è allungato a 2,5 secondi, ma le gomme più fresche andranno a beneficio di Hamilton mentre la gara giunge al culmine?

43° giro: Perez si ferma

Hamilton sarà l’ultimo dei quattro davanti a rientrare ai box mentre Perez fa la sua seconda sosta. Bottas supera di nuovo il messicano superando Leclerc, cosa che Perez deve ancora fare.

40esimo giro:

Max Verstappen era fermamente convinto di voler rientrare per primo nel secondo ciclo e l’ha fatto. Anche Latifi si è fermato ai box appena davanti all’olandese ed è stato subito doppiato all’uscita. Bottas è nella prossima volta nonostante abbia le gomme più giovani dei primi quattro.

Giro 38: Norris rientra ai box

Dopo la sua foratura al primo giro, Norris ha recuperato terreno mentre fa la sua seconda sosta della giornata ed esce 17° dietro Raikkonen. Sembra molto lontano da qui per tornare ai punti dopo uno sprint così incoraggiante di ieri. Tsunoda sta mantenendo le sue gomme dure ma sta arretrando mentre Vettel e Alonso passano l’AlphaTauri lungo il rettilineo dei box.

Giro 30: Virtual Safety Car
I detriti volano dal retro dell’Aston Martin di Stroll che fa emergere una breve safety car virtuale. Bottas e gli altri che devono ancora fermarsi ne approfittano e questo salta il pole sitter davanti a Perez e al terzo mentre Hamilton si avvicina alla gamma DRS di Verstappen. Ricciardo torna alle spalle di Gasly anche dopo uno stop più fortuito.

29° giro: Perez vicino ai box
Due soste in due giri per la Red Bull il che significa che Perez rientra nel ciclo pre-pit. Leclerc è uscito dalla sosta davanti a Norris mentre Sainz deve fare il passaggio in pista. Anche Gasly ottiene la McLaren mentre le sue gomme dure iniziano a consumarsi.

28° giro: Verstappen risponde
Non sorprende che Max Verstappen e la Red Bull rispondano immediatamente allo stop di Hamilton e lui mantiene il suo vantaggio, ma il divario si è definitivamente ridotto poiché Norris ripulisce Giovinazzi dopo una manciata di giri dietro l’Alfa Romeo

26° giro: Hamilton ai box
Il primo dei primi dieci si muove con Pierre Gasly in corsia in anticipo. Il francese ha un fermo netto ed emerge alle spalle di Raikkonen 15°. Un giro dopo, Hamilton fa la stessa scommessa ed esce alle spalle di Ricciardo. Anche Sainz si ferma e mantiene solo il suo posto di Gasly.

23° giro: Ferrari seduta bella
La difficile partenza della McLaren ha aperto le porte alla Ferrari che si trova comodamente al quinto e sesto posto mentre Ricciardo è avanzato all’ottavo posto davanti a Vettel. Stroll è il primo a fare un pit stop dopo aver faticato a tenere a bada Giovinazzi.

18° giro: Hamilton passa Perez, Perez reagisce, poi Hamilton lo prende
Lewis Hamilton pensa di aver finalmente superato Sergio Perez all’esterno della curva uno, ma il messicano riporta il DRS verso la curva quattro e riprende di nuovo la Mercedes. Un giro dopo, però, Perez non può difendersi e Hamilton può iniziare a inseguire Verstappen per il comando.

16° giro: 10 secondi di penalità per Tsunoda
Come previsto, Yuki Tsunoda è stato schiaffeggiato con una penalità di 10 secondi per la collisione con Stroll mentre combatte Mazepin e Raikkonen per il 15° posto. Norris ha già eliminato il russo e sta iniziando ad avvicinarsi a Giovinazzi nella sua rimonta. Perez vuole che il suo compagno di squadra rallenti e gli dia il DRS per difendersi da Hamilton e dal suo motore nuovo di zecca.

14° giro: di nuovo in gara
Il VSC è stato ritirato ed è il momento perfetto per la Red Bull che entra nel tortuoso secondo settore. Nicholas Latifi si è fermato sotto quel VSC in una mossa simile al suo compagno di squadra pochi giri prima. Hamilton non abbastanza vicino per attaccare Perez questa volta.

11° giro: Danni per Schumacher, Virtual Safety Car
Mick Schumacher sta riportando zoppicando la sua Haas ai box con l’ala anteriore sotto la macchina. Ha provato a difendersi da Raikkonen ma, nel farlo, ha perso il posteriore e ha tarpato l’Alfa Romeo. Il finlandese continua, ma sono altri due posti guadagnati per Norris che si carica di nuovo verso i punti. Ricciardo e Stroll si sono entrambi mossi rispettivamente sugli Alpine di Ocon e Alonso in quella ripartenza mentre Stroll e Tsunoda sono indagati per l’incidente che ha fatto uscire in anticipo la safety car.

Giro 10: Safety Car In
Stiamo correndo di nuovo con Hamilton proprio dietro le Red Bull. Leclerc prova ad attaccare Bottas ma deve infilarsi dietro la Mercedes. Norris è entusiasta dopo quell’incidente al primo giro, ha guadagnato tre posizioni solo al giro di ripartenza.

6° giro: Safety Car
L’ala anteriore di Tsunoda e alcuni dei detriti che ne derivano si sono sparpagliati alla prima curva e gli steward sono costretti a lanciare la safety car che salva la gara di Norris poiché era molto vicino a essere doppiato dal suo buon amico e compagno di squadra di corse sim Max Verstappen. Russell si ferma ai box per il cambio gomme perché era dietro al compagno di squadra e ad entrambi Haas.

Giro 4: Hamilton fino al Terzo
Dopo un ottimo inizio, Hamilton invia entrambe le Ferrari e poi vede il suo compagno di squadra della Mercedes Bottas farsi da parte per permettergli una corsa pulita alle Red Bull. Tsunoda ha anche perso l’ala anteriore cercando di infilarsi sotto Stroll, quindi il pilota giapponese deve rientrare ai box.

1° giro: VERSTAPPEN IN PRIMO PIANO, NORRIS PUNTURA
Stiamo correndo in Brasile e Verstappen ripaga il complimento a Bottas e prende il comando mentre Sergio Perez fa un Red Bull 1-2. Norris ha fatto una super partenza e ha cercato di infilarsi all’esterno di Sainz alla prima curva, ma c’è stato un contatto e il britannico ha forato. Hamilton è fino al sesto posto negli scambi di apertura.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.