Eredità Agnelli: la guerra tra Margherita e i figli Elkann, la lotta per Juventus e Ferrari

Continua la lotta nelle aule dei tribunali tra John, Lapo e Ginevra Elkann nei confronti della madre, Margherita Agnelli. Faida che inevitabilmente lascerà un segno come ha indicato lo stesso Lapo in una recente intervista.

I fratelli Elkann poche settimane fa hanno deliberato di prorogare di 10 anni il termine della loro società personale (la Dicembre), nel procedimento torinese sulla faida familiare che vede su fronti opposti Elkann e Agnelli. Stanno emergendo, secondo quel che riporta il Corriere della Sera, nuovi dettagli, nuove carte del notaio svizzero esecutore testamentario di Marella Caracciolo, la nonna degli Elkann.

Il professionista in questione si chiama Urs von Grünigen; in pensione da un paio d’anni, si dedica all’escursionismo, alla cucina e a difendersi dalle accuse di Margherita Agnelli sulla falsità dei testamenti. Molti, forse troppi gli interrogativi che lo riguardano come le mosse delle parti in questa vicenda, familiare e giudiziaria, che investe ben tre generazione di Agnelli.

Margherita Agnelli, 67 anni, è l’unica figlia dell’avvocato Gianni Agnelli e di Marella rimasta dopo il suicidio del fratello Edoardo che, ad appena 46 anni, ha deciso di togliersi la vita nel 2000 aprendo involontariamente e indirettamente una diatriba ancora oggi da definire. Margherita è madre di otto figli: i tre Elkann avuti giovanissima (tra i 20 e i 24 anni) dal primo matrimonio con il giornalista Alain e i cinque de Pahlen con il secondo consorte… CONTINUA A LEGGERE

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.