Ciclismo: Daniele Bennati è il nuovo CT azzurro

E’ ufficiale, Daniele Bennati è il nuovo commissario tecnico della Nazionale Italiana di ciclismo.

Succede a Davide Cassani, nominato nel 2014 e dimissionato dal nuovo corso federale del presidente Cordiano Dagnoni dopo il Mondiale di Lovanio dopo quattro Europei vinti, i due ori mondiali a crono con Ganna, un grande lavoro di costruzione e coordinamento tra i vari settori del ciclismo italiano, mai così vitale a livello di nazionali, mai così multidisciplinare, mai così vincente su pista. È proprio Cassani ad anticipare via social di qualche minuto la notizia: “Voglio fare un grosso in bocca al lupo al nuovo ct della nazionale di ciclismo. Ho grande stima in Daniele, l’ho sempre avuta. In 4 Mondiali è stato il mio regista ed è sicuramente l’uomo giusto per un ruolo così importante. Serio, preparato e ama la maglia azzurra”.

Quarantuno anni, nato ad Arezzo, cresciuto a Castiglion Fiorentino, vive adesso  a Staggiano, alle porte del capoluogo. Cresciuto nella Polisportiva Albergo, un rapporto sempre ottimo, fin da corridore, con la maglia azzurra, indossata per la prima volta da juniores nella cronometro mondiale di San Sebastiano 1997, poi sempre da juniores settimo ai mondiali di Valkenburg 1998 sempre a crono e in gara anche nella corsa in linea.

E’ stato poi decimo ai campionati del mondo under 23 nel 2001 a Lisbona e da professionista dopo essere stato riserva nel 2006 ha corso le sfide iridate nel 2005 a Madrid, nel 2011 a Copenaghen (quattordicesimo), nel 2014 a Ponferrada, quando giunse a pochi secondi dai primi nonostante avesse lavorato per la squadra, nel 2015 a Richmond, nel 2016 a Doha, dove fu protagonista di una grande corsa e nel 2017 a Bergen.

Nella sua carriera da professionista lunga 18 stagioni, dal 2002 a al 2019 compresi, ha vinto ben 54 gare con tappe in tutti i grandi giri: due al Tour de France, compresa quella prestigiosa di Parigi 2007, tre al Giro d’Italia 2008 oltre alla classifica a punti, sei complessive alla Vuelta con la classifica a punti 2007. Fra i successi anche tre Giro di Toscana di cui due ad Arezzo. E’ stato compagno di squadra di campioni come Contador, Nibali, Valvarde, Sagan, Cancellara, Cipollini, Basso e ha gareggiato anche col compianto Scarponi. Lasciata la bicicletta è diventato commentatore Rai in grandi gare e nella trasmissione serale delle Olimpiadi di Tokio.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.