Ciclismo

Bradley Wiggins che brutta fine! Dai trionfi al Tour e alle Olimpiadi alla bancarotta

 Da professionista del ciclismo, dal 2001 al 2016, con a referto l’oro a cronometro alle Olimpiadi di Londra 2012 e ai Mondiali 2014 e la vittoria al Tour de France 2012, oltre a svariati altri allori su pista, a cittadino finito in bancarotta e ora anche quasi sparito dai radar: è la triste parabola di Bradley Wiggins, che sta vivendo il momento più complicato della sua vita.  

Basti pensare che il britannico al momento risiede (si fa per dire) sul divano degli amici disposti a ospitarlo, come fatto trapelare sulle colonne del Daily Mail da Alan Sellers, il suo avvocato. In realtà, uno scenario del genere era nell’aria fin da quando, la scorsa settimana, il nativo di Gand era stato ufficialmente dichiarato in bancarotta e quindi costretto a vendere tutti i suoi beni: tra essi le abitazioni e perfino i trofei, tra i quali le 8 medaglie olimpiche. “Brad al momento passa da un divano all’altro delle casi di amici o familiari. Non so neanche dove fosse la scorsa notte e dove sarà la prossima, non avendo un indirizzo fisso”: queste le allarmanti parole di Sellers, che poi fa l’elenco dei beni persi da Wiggins. “Ha dovuto vendere la sua casa di famiglia, quella di Maiorca, i risparmi e gli investimenti. Non ha più un penny e la sua situazione è davvero triste”.

Tra le righe delle parole espresse dal suo legale, che ha affermato di non essere al corrente degli attuali sposamenti del suo assistito, si intuisce la preoccupazione per le sorti dell’ex icona del Team Sky, il cui calvario era cominciato nel 2020, quando la sua azienda, la Wiggins Rights Limited, era entrata in liquidazione volontaria per una cifra stimata dai creditori di circa 300mila sterline. Lo scorso novembre la situazione era peggiorata allorché per la prima volta intorno a Wiggins cominciava ad aleggiare lo spauracchio della bancarotta a causa di circa 1 milione di sterline di debiti. Lo spauracchio è diventato realtà dalla scorsa settimana e da allora la preoccupazione intorno alla figura di Wiggins, figlio d’arte (papà Gary era stato un ottimo ciclista australiano) e oggi a sua volta attento all’inizio della carriera di suo figlio Ben, sta crescendo a dismisura ora dopo ora.

FONTE: https://sport.quotidiano.net/ciclismo/ciclismo-dramma-wiggins-bancarotta-1b211564

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.