Bagnaia, la squadra ordina? “Non ho bisogno di aiuto per vincere il titolo”

‘Pecco’ Bagnaia affronta il Gran Premio del Giappone questo fine settimana a soli 10 punti dal leader Fabio Quartararo , anche se la differenza potrebbe essere ancora minore se avesse mediato gli ordini di squadra ad Aragon, dove il suo connazionale Enea Bastianini lo ha separato dalla vittoria con il cliente Ducati di Gresini, dopo la caduta del ‘Diavolo’ nel primo giro.

L’italiano, che prima dell’evento MotorLand aveva incamerato una serie di quattro vittorie consecutive, ritiene di non aver bisogno della collaborazione esterna di altri piloti del marchio di Borgo Panigale per lottare per il titolo 2022: “La moto da battere siamo noi, perché la Ducati è la più completa. Sinceramente non credo di aver bisogno di aiuto per vincere questo Mondiale. Preferirei vincere da solo piuttosto che qualcuno mi faccia passare. Comunque se Ducati decidesse diversamente ‘Non sarà perché l’ho chiesto io”, ha assicurato ‘Pecco’ in conferenza stampa al suo arrivo a Motegi.

Motegi è uno dei circuiti in calendario che meglio si adatta alle caratteristiche della Ducati GP22. “Qui, come in Austria o ad Austin, facciamo la differenza. Vedremo, perché ci sono momenti in cui il dispositivo di regolazione dell’altezza dà più problemi, soprattutto in frenata, ma sono felice di correre ancora su questo circuito, è uno dei miei preferiti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.