ATP Toronto Masters: infortunio al piede per Rafael Nadal, Medvedev batte Alexander Bublik

Toronto: un fastidioso infortunio al piede sinistro ha costretto Rafael Nadal fuori dall’ATP Toronto Masters martedì, mentre la testa di serie Daniil Medvedev ha raggiunto il terzo turno.

Nadal, cinque volte campione in Canada, ha staccato la spina dalla sua partecipazione prima della sua prevista apertura del secondo turno con l’intenzione di tornare in Spagna per il trattamento dell’infortunio che gli ha impedito di partecipare a Wimbledon e alle Olimpiadi di Tokyo .

“Ho avuto questo problema per un paio di mesi”, ha detto. “Non è una situazione felice dopo tutto il successo che ho avuto qui in Canada.

“Devo tornare (a Maiorca) e cercare di trovare un modo per stare di nuovo meglio. Con questo dolore, non riesco a divertirmi (a giocare).

“Credo di non essere in grado di competere al livello di cui ho bisogno perché il piede non mi permette di muovermi nel modo in cui ho bisogno”.

Nadal è stata la seconda testa di serie nel torneo sul cemento.

Il russo testa di serie Medvedev ha aperto la sua settimana al secondo turno dopo un bye e ha messo in scena una rimonta per superare il kazako Alexander Bublik 4-6, 6-3, 6-4.

“Non stavo giocando bene prima della pioggia”, ha detto. “Non sentivo la palla e mancavo al ritorno.

“Volevo solo giocare meglio, sapevo che dovevo farlo se volevo vincere.

“Quando siamo tornati in campo, mi sono sentito molto meglio dalla prima partita”.

Medvedev è avanzato con 27 vittorie e 28 errori non forzati nelle due ore di vittoria.

Kei Nishikori, secondo classificato nel 2016, ha portato il suo slancio olimpico a Tokyo e Washington in una vittoria per 6-4, 6-7 (5/7) 6-2 al secondo turno su Miomir Kecmanovic.

La medaglia d’argento olimpica Karen Khachanov ha sconfitto la britannica Cameron Norrie 6-4, 5-7, 6-4 con 10 ace, allineando un appuntamento con il russo Aslan Karatsev, testa di serie numero 15.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.