ATLETICA, GOLDEN GALA DA SOGNO: ECCO LE MIGLIORI PRESTAZIONE DELL’INCONTRO

Cinque migliori prestazioni mondiali 2022 e cinque primati del Golden Gala Pietro Mennea nella serata dell’Olimpico, per la quinta tappa della Wanda Diamond League. Straripanti i 5000 metri, come nella miglior tradizione del meeting, dove il keniano Nicholas Kipkorir Kimeli vince in 12:46.33 (settima prestazione all-time) superando lo storico primato del Golden Gala di Kipchoge (12:46.53 nel 2004), Yeman Crippa è undicesimo in 13:04.95.

Azzurri protagonisti nel mezzofondo, Elena Bellò è terza sugli 800 metri vinti dalla statunitense Athing Mu (1:57.01, world lead) scendendo sotto i due minuti in 1:58.97, terza prestazione italiana di sempre. La imitano i siepisti Ahmed Abdelwahed (8:10.29) e Osama Zoghlami (8:11.00), terzo e quarto italiano all-time, vince Lamecha Girma (Etiopia) per la terza volta di fila sotto gli 8 minuti in 7:59.23. Miglior prestazioni dell’anno anche per Sandi Morris nell’asta (4,81), dove Roberta Bruni è seconda con 4,60, per l’ostacolista Jasmine Camacho-Quinn (Porto Rico, 12.37/0.1) e Francesco Fortunato sui 3000 metri di marcia (10:57.77). Gianmarco Tamberi, dopo lo splendido abbraccio con Marcell Jacobs che ha salutato il pubblico dell’Olimpico,è terzo nell’alto con 2,24 (vince lo statunitense JuVaughn Harrison con 2,27), Filippo Tortu terzo sui 200 metri in 20.40 (-0.1, vince l’americano Kenny Bednarek in 20.01). L’olandese Femke Bol domina i 400 ostacoli in 53.02, sesta Ayomide Folorunso in 54.84. Sui 100 metri sfreccia l’argento olimpico Fred Kerley in 9.92 (-0.2). Record del meeting sui 200 donne della giamaicana Shericka Jackson (21.91/1.3) e nel disco uomini con lo sloveno Kristjan Ceh (70,72). Lungo donne all’ucraina Maryna Bekh-Romanchuk con 6,85, Larissa Iapichino 6,55 (ottava). Nel peso Joe Kovacs (Usa)si impone con 21,85, Nick Ponzio sesto con 20.59, Leo Fabbri 19,95. Successi anche per Kirani James (Grenada) sui 400 in 44.54 e Hirut Meshesha (Etiopia) sui 1500 donne in 4:03.79.
LEGGI (servizio completo in aggiornamento): https://www.fidal.it/content/Sogno-Golden-Gala-5-migliori-prestazioni-2022/141069

PARLANO GLI AZZURRI, BELLÒ: “1:58.97 VALE TANTISSIMO”, ABDELWAHED: “ME LA SONO GODUTA”
Elena Bellò: “Questo tempo vale tantissimo, lo aspettavo da un anno. Finalmente è arrivato. Ero consapevole di valerlo, ma volevo dimostrarlo. Sono soddisfatta, penso di aver gestito bene la gara. Al posto giusto nel momento giusto. E sono contenta di come sono arrivata: non sento l’acido lattico, sono orgogliosa. L’adrenalina mi ha fatto togliere tutte le fatiche. Premiate le scelte degli ultimi anni? Sì, sono seguita da Alessandro Simonelli. Abbiamo iniziato un percorso a ottobre 2020 e due anni di conoscenza hanno permesso di perfezionare il progetto. Obiettivo le prossime Olimpiadi”.

Ahmed Abdelwahed: “È andata. Ora speriamo che questo record italiano venga battuto. Ma soprattutto per noi che stiamo crescendo: il primato verrà di conseguenza, speriamo. Sono veramente felice, dal primo momento all’ultimo della gara. Me la sono goduta, sentivo il sostegno degli amici e delle persone care”.

Filippo Tortu: “Mi do voto 5. Non è la gara che volevo fare, ho sbagliato troppo. Una gara come questa non ti permette di sbagliare. Devo essere più lucido e consapevole di quello che faccio. Esame di riparazione? Devo decidere. Devo scegliere se fare un’altra gara prima dei Tricolori o andare direttamente lì”.

Yeman Crippa: “Non mi nascondo, ero venuto qui per correre sotto i 13′, ma 13’04” è comunque un buon tempo e una tappa per crescere ancora. La fatica non  è mai sprecata”.

Francesco Fortunato: “Felice di questa prestazione, onestamente non pensavo di scendere sotto gli undici minuti nei 3000 su pista. Non toccavo questi ritmi da tempo. Mi piace marciare veloce, queste distanze mi gasano. E poi farlo qui all’Olimpico, è una occasione che non potevo perdere e che ho sfruttato al meglio. Un’altra atmosfera rispetto alle nostre gare mattutine: gareggiare di sera, con un buon clima, con un pubblico che noi ci sogniamo è bellissimo. Si respira un’atletica di un altro livello. Spero di avere un’altra occasione così. Ora penso a Mondiali ed Europei. Andrò in montagna a prepararmi due settimane, voglio migliorare la mia posizione di Tokyo e farlo ai Mondiali nella 20 km”.
LEGGI (servizio in aggiornamento): https://www.fidal.it/content/LIVE-Golden-Gala-parlano-gli-azzurri/141084

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.